Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
16 feb 2022

L'Inter crea, il Liverpool segna: 2-0 Reds, quarti di Champions lontani per i nerazzurri

Firmino e Salah abbattono la squadra di Inzaghi che fallisce troppe occasioni

16 feb 2022
mattia todisco
Sport
Liverpool's Mohamed Salah   jubilates with his teammates after scoring goal of 0 to 2 during the UEFA Champions League round of 16, first leg soccer match between between FC Inter  and Liverpool   at Giuseppe Meazza stadium in Milan, 24 November 2021.
ANSA / MATTEO BAZZI
Inter sconfitta in casa dal Liverpool
Liverpool's Mohamed Salah   jubilates with his teammates after scoring goal of 0 to 2 during the UEFA Champions League round of 16, first leg soccer match between between FC Inter  and Liverpool   at Giuseppe Meazza stadium in Milan, 24 November 2021.
ANSA / MATTEO BAZZI
Inter sconfitta in casa dal Liverpool

L'Inter compromette la qualificazione ai quarti di Champions League perdendo 2-0 in casa contro il Liverpool. Risultato che i campioni d'Italia non meritano perché la squadra sfiora ripetutamente il gol, non riuscendo a segnarlo e andando sotto per la maggior precisione degli avversari negli ultimi metri. A segno nella ripresa Firmino e Salah, dopo tante opportunità sprecate dai nerazzurri.
La capienza al 50% non toglie atmosfera a uno stadio che ribolle fin dalle prime azioni. Il pubblico di fede nerazzurra si fa sentire con un poderoso boato quando Martinez sfiora il palo dal limite dell'area già al 5', rumoreggia quando De Vrij regala palla ai Reds nella propria trequarti o quando Handanovic non esce in presa alta su un pallone comodo da raccogliere. Errore che lo sloveno ripete poco prima del quarto d'ora consentendo, sulla perfetta punizione di Robertson, il colpo di testa di Mané che finisce di poco alto. L'Inter risponde: grande azione di Perisic a sinistra, stop e tiro in area di Calhanoglu respinto dalla traversa.
Le due squadre giocano all'attacco e ogni tanto sbagliano. Prendono rischi, qualcuno sembra avvertire la tensione. Non Mané, che sfiora di nuovo il gol tentando una rovesciata in area (palla sull'esterno della rete). Anche Salah diventa sempre più intraprendente nella zona curata da Bastoni, che si arrangia in scivolata per chiudere la linea di fondo su un poderoso scatto dell'egiziano. La squadra di Inzaghi rintuzza e quando può riparte. Ha una buona chance Skriniar su corner di Calhanoglu, ma l'inzuccata dello slovacco finisce larga. Perisic ne offre un'altra importante a Dzeko che fallisce lo stop solo davanti ad Alisson. A fermare Salah lanciato a rete è invece Marciniak, che fischia la fine del primo tempo quando l'attaccante ha campo per andare verso Handanovic.
Klopp cambia un uomo già a inizio ripresa: Firmino per Diogo Jota. L'Inter sembra partire meglio, ma fallisce parecchie opportunità molto ghiotte. Prima Vidal sbaglia la sponda di petto per Martinez in piena area, poi Perisic non calibra bene l'assist per l'argentino a pochi metri dalla porta. È un assedio, tanto che il tecnico del Liverpool ne cambia tre assieme lanciando Luis Diaz, Henderson e Keita. Skriniar si oppone alla beffa sventando in area su Luis Diaz. I campioni d'Italia smarriscono la furia di inizio ripresa, anche Inzaghi se ne accorge e punta su Sanchez per Martinez, ma a passare alla mezzora sono i Reds: girata di testa di Firmino su corner e Handanovic non ci arriva. Non è finita, perché il Liverpool raddoppio a sette dalla fine con un tiro di Salah dal cuore dell'area deviato imparabilmente da Bastoni. Una botta che i nerazzurri non digeriscono, la partita in pratica finisce così.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?