Greta V. Galimberti* Digitalizzazione, energia, mobilità, sanità, agricoltura, sicurezza e tanto altro: con il patrocinio di Regione Lombardia si sta svolgendo una sei giorni di incontri e dibattiti sul mondo tecnologico e dell’innovazione digitale. L’Intelligence Week è l’evento web infatti dedicato a pubblica amministrazione, imprese e società di settore; organizzata da V&A la società di consulenza fondata ad Andrea Vento, con l’associazione culturale Corte Sconta ed il supporto tecnico di Dune. La settimana ha avuto inizio...

Greta

V. Galimberti*

Digitalizzazione, energia, mobilità, sanità, agricoltura, sicurezza e tanto altro: con il patrocinio di Regione Lombardia si sta svolgendo una sei giorni di incontri e dibattiti sul mondo tecnologico e dell’innovazione digitale. L’Intelligence Week è l’evento web infatti dedicato a pubblica amministrazione, imprese e società di settore; organizzata da V&A la società di consulenza fondata ad Andrea Vento, con l’associazione culturale Corte Sconta ed il supporto tecnico di Dune. La settimana ha avuto inizio con il messaggio della presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, con il videosaluto del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, con l’intervento di Gianmarco Senna, presidente della Commissione Attività Produttive di Regione Lombardia e consigliere regionale, e di Filippo Barberis, consigliere comunale a Palazzo Marino, presidente del gruppo consiliare Pd Milano. Sono stati quasi 700 i partecipanti della prima giornata di I-Week. Nel corso della settimana si stanno alternando policy e decision makers ed anche scrittori, giornalisti, analisti e studiosi che stanno animando le sezioni di approfondimento dell’universo storico immaginifico e suggestivo dello spionaggio e del controspionaggio. L’evento web si svolgerà fino al 22 maggio su piattaforma Zoom. Domani alle 15 si terrà il talk “Bio weapon e Bio war: serve una Bio intelligence? Imparare dal Covid per non ripeterne gli errori”. La pandemia di Covid 19 ha messo in discussione la capacità degli Stati di gestire simili emergenze sanitarie. L’ingegneria genetica che ha portato alla rapida realizzazione del vaccino è potenzialmente anch’essa un fattore di rischio futuro. L’utilizzo di agenti patogeni e virali non è più un dominio solo degli Stati. A causa di tecnologie come il Crispr9, utilizzabile a basso costo da chiunque, può essere sfruttato anche da organizzazioni criminali e terroristiche. Se il Covid ha insegnato qualcosa, è l’ineluttabilità della creazione di sistemi per la rilevazione precoce di infezioni ed il tracciamento delle minacce, anche ottimizzando il perimetro digitale delle informazioni sociali nonché la creazione di strutture logistiche ospedaliere adeguate. Al talk parteciperanno Alessandro Venturi, presidente Fondazione IRCSS Policlinico San Matteo e Docente di Diritto Amministrativo Università degli Studi di Pavia, Alan Ferrari, Senatore, Vice presidente Vicario Pd, Antonio Fernando Badalucco, Gen. D. (Aus), Massimo Federici, Professore Ordinario di Medicina interna Università di Roma Tor Vergata, Giuseppe Morabito, Generale B. EI, Direttore Protezione Civile Roma, Michele Perrino, AD Medtronic Italia.

*Esperta di Intelligence