Riaperta finalmente via Trento: "Ma dovrà essere riasfaltata"

Sesto, in ritardo di quasi un anno torna percorribile l’arteria strategica per la futura Città della Salute

Riaperta finalmente via Trento: "Ma dovrà essere riasfaltata"

Riaperta finalmente via Trento: "Ma dovrà essere riasfaltata"

E alla fine fu la luce. Via Trento è stata riaperta alla circolazione, dopo una serrata che ha messo a dura prova la circolazione della città verso i quartieri periferici del Villaggio Falck e della Pelucca e verso le altre destinazioni, come Cologno Monzese, San Maurizio al Lambro e il quartiere Sant’Alessandro di Monza. "Sono stati completati tutti gli interventi di posa delle reti di servizio per la Città della Salute e della Ricerca e sono stati ripristinati i marciapiedi, la sede stradale e i pali dell’illuminazione pubblica", ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Antonio Lamiranda. "I disagi di questi mesi sono stati, però, pesanti. La chiusura della via ha infatti congestionato la rotonda Vulcano, che già di suo deve sopportare intensi flussi di traffico verso la periferia sestese, la Martesana e le altre direzioni. La riapertura di via Trento è stata prorogata di volta in volta: solo per l’ultima tranche del cantiere, la data di fine lavori è stata posticipata per quasi sei mesi. "Si tratta di un altro importante intervento infrastrutturale necessario al recupero delle ex aree Falck", ha sempre ribattuto l’amministrazione. Eppure i primi cartelli di cantiere davano come data di fine lavori il 30 aprile 2023, poi corretti a fine maggio e poi a fine del 2023. "Da un intervento alla fine abbiamo lavorato su ben tre reti sottoservizi per fare economia di scala", ha commentato Lamiranda.

Anche se la strada è stata finalmente riaperta al traffico, resta ancora qualcosa da completare. L’intervento sul manto di viale Italia, reso un gruviera per far passare i cavi, non sarà infatti effettuato prima di primavera: "Deve prima assestarsi lo scavo". Allo stesso modo, è rinviato all’estate, anche il rifacimento dell’asfalto della stessa via Trento. "Come per tutti gli interventi di scavo, esiste un ripristino provvisorio di qualche mese per consentire, con il passaggio dei veicoli, il consolidamento della terra rimossa – ha concluso Lamiranda –. Tra qualche mese, come abbiamo annunciato, rifaremo l’asfalto integralmente. Farlo subito significherebbe avere sicuramente dei cedimenti, che comprometterebbero il nuovo manto e la sua efficacia di tenuta".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro