Progetto "Che Lotteria!". A metà tra arte e festa

Ilaria Turba ha intervistato 50 residenti: i dialoghi sfociati in tavoli di lavoro "I premi donati dalle persone incontrate", estratti a sorte in tre riprese.

Progetto "Che Lotteria!". A metà tra arte e festa

Progetto "Che Lotteria!". A metà tra arte e festa

Dietro al pallottoliere c’è Ilaria Turba, che si occupa di arte partecipata e relazionale. E che a Villa Ghirlanda ieri ha messo in scena "Che Lotteria!", un progetto articolato, durato 5 mesi, curato da Matteo Balduzzi. "L’esito è stato un evento ibrido di arte contemporanea, anche se si presenta come una festa popolare - ha spiegato Turba -. Quando arrivo nei territori, per prima cosa cerco di capire persone e luoghi che devo rappresentare. Da ottobre ho iniziato a incontrare e intervistare 50 cittadini, coprendo un tessuto umano variegato, legato in modo sorprendente all’associazionismo, fatto piuttosto raro nelle comunità". Questo dialogo fittissimo è sfociato in tavoli di lavoro e nell’idea della lotteria. "La resa è stata classica ma con un concetto base diverso: i premi sono stati donati dalle persone intervistate". Ieri nella Sala dei Paesaggi, un tavolo lungo 9 metri ha ospitato 151 oggetti, poi estratti a sorte in tre tranche in una giornata inserita nella Festa degli Uffizi e nelle celebrazioni per i 20 anni del Mufoco. "Il tavolo, con i premi esposti, diventa un’installazione artistica e un pezzo di immaginario di questa città. Nelle altre sale abbiamo posizionato mappe, estratti delle interviste, totem, che mostrano l’ampiezza di un’operazione molto complessa". Ogni oggetto rappresenta storie e immagini ed è accompagnato da un messaggio che ne racconta il significato alla persone sconosciuta che ha vinto in premio. "Nel bigliettino il donatore ha lasciato anche i suoi contatti: il nuovo proprietario può così lasciare un nuovo messaggio. L’idea è che le persone siano l’opera d’arte". Così, il sindaco Giacomo Ghilardi ha donato un santino di don Bosco, mentre Ivan Fumagalli ha lanciato un messaggio sull’importanza dell’acqua e sui cambiamenti climatici, mettendo in palio una bottiglia piena e un ombrello, che sono stati vinti da Luigi Alberga.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro