Pioggia e grandine. Crollati rami e cartelli per le raffiche di vento. Ma oggi torna il sole

Il maltempo ha sferzato la città, decine di interventi dei pompieri. Osservati speciali Seveso e Lambro fino all’abbassamento dei livelli.

Pioggia e grandine. Crollati rami e cartelli per le raffiche di vento. Ma oggi torna il sole

Pioggia e grandine. Crollati rami e cartelli per le raffiche di vento. Ma oggi torna il sole

Pioggia e vento hanno sferzato Milano nei giorni delle festività pasquali, con poche parentesi di sole e temperature più vicine all’autunno che alla primavera. Ieri, culmine del maltempo poco dopo le 18, quando una violenta grandinata ha sorpreso milanesi e turisti: chicchi di ghiaccio grandi come ciliegie, accompagnati da un forte vento, in poco tempo hanno coperto le strade. Non si sono registrati grossi danni a parte quelli provocati dalle raffiche – tra i 70 e i 90 chilometri orari – che hanno fatto crollare segnali stradali, cartelloni e altri oggetti. Nel primo pomeriggio, i vigili del fuoco erano già intervenuti in piazza Napoli per tagliare rami pericolanti ed evitare che precipitassero al suolo, con il rischio di ferire qualcuno o danneggiare auto. L’allerta arancione (moderata) per rischio idrogeologico e una allerta di livello giallo (ordinaria) per vento forte e temporali scattata alle 18 di domenica è andata avanti per tutta la giornata di ieri. Anche nel weekend il maltempo non ha dato pace e c’è stato lo stesso copione, con i pompieri entrati in azione in più quartieri della città. Domenica, per citare qualche esempio, i vigili del fuoco sono intervenuti alla Pinacoteca Ambrosiana per il cedimento di alcuni cartelloni appesi alla facciata ma anche in via Solari per un albero caduto sulla linea del tram 14. In totale, da mezzanotte fino alle 9:30 di ieri, giornata di Pasquetta, hanno gestito in Lombardia oltre 200 nuove richieste distribuite in diverse province, tra cui 25 nel territorio milanese.

Osservati speciali i fiumi Seveso e Lambro. Domenica in particolare, vista la pioggia perenne, c’è stata "una crescita dei livelli a nord – ha fatto sapere l’assessore alla Sicurezza Marco Granelli, su Facebook – con acqua tutta assorbita dal Csno (Canale scolmatore nord ovest) di Palazzolo - Paderno Dugnano". La vasca di contenimento al Parco Nord era pronta a entrare in azione ma non ce n’è stato bisogno. Evacuate per precauzione le comunità al Parco Lambro, poi rientrate in serata quando i livelli sono scesi. Oggi la primavera dovrebbe riaffacciarsi, regalando una giornata soleggiata con temperature fino a 18 gradi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro