Gufetto cade dal nido, scoppia il caso tra Comune e Leidaa

Opera, peripezie "burocratiche" per salvarlo e curarlo. un gufo caduto da un nido

Il gufetto salvato

Il gufetto salvato

Opera (Milano), 4 maggio 2024 –  Peripezie “burocratiche” per salvare un gufetto caduto da un nido. L’associazione animalista Leidaa dopo aver ricevuto la segnalazione che c’era un piccolo gufo in difficoltà nei pressi del municipio sarebbe stata bloccata prima di poter intervenire. Dopo una querelle durata una giornata il piccolo rapace - che era stato inizialmente affidato ad una associazione - è arrivato al Cras di Vanzago.

“Sono dispiaciuta , tutto sarebbe stato risolto nel breve tempo. Sono stata allertata per il piccolo di gufo - spiega Emanuela Pagliaro responsabile della Leidaa - e ho attivato personale qualificato, ma una responsabile del Comune mi ha impedito di procedere dicendo che aveva attivato la "procedura comunale". Per capire cosa stesse accadendo la responsabile della Leidaa ha inviato una Pec perché aveva saputo che il piccolo gufetto era stato trasferito in un centro addestramento rapaci. "È gravissimo. Ho già presentato un esposto e seguirà interpellanza comunale, l’animale doveva essere trasportato in un Cras. Come mai invece di farsi aiutare dai volontari preparati in contatto con un Centro Recuperi Animali Selvatici, uniche strutture autorizzate al soccorso si è deciso di portare l’animale in un centro di addestramento rapaci? Vogliamo risposte".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro