Milano, minacce e insulti (con strafalcione) alla preside sui muri della scuola

Le frasi tracciate con la vernice rossa nell’istituto Curie-Sraffa di via Fratelli Zoia, all’estrema periferia ovest della città

La scritta di minacce contro la preside apparsa sul muro dell'Istituto Curie-Sraffa di via Fratelli Zoia

La scritta di minacce contro la preside apparsa sul muro dell'Istituto Curie-Sraffa di via Fratelli Zoia

Milano – Scritte offensive. Minacce irripetibili. Le frasi sono state immortalate su uno dei muri dell’Istituto Curie-Sraffa di via Fratelli Zoia, estrema periferia ovest della città, e sono rivolte alla dirigente scolastica Raffaella d’Amore. Un attacco che la coinvolge direttamente per “il giorno (si legge nella seconda riga, dopo la minaccia, ndr) che ai (senza la “h”, ndr) deciso di fare la preside”.

Frasi lasciate con una bomboletta rossa, su un muro chiaro. La firma è una “tag": Noyz. E, sotto, si legge Acab, l’acronimo contro la polizia. Stando a quanto appreso dal Giorno, questo messaggio sarebbe comparso lunedì (si ipotizza quindi sia stato lasciato durante il weekend, verosimilmente in orario notturno). E al momento non risulterebbero segnalazioni alla polizia. Nessun commento, per ora, da parte della dirigenza, e i professori raggiunti al telefono dicono solamente di non essere autorizzati a dire nulla. “Ma la scritta – conferma chi è informato – è stata fotografata lunedì”.

L’Istituto di Istruzione Superiore “Marie Curie - Piero Sraffa” nasce nell’anno scolastico 2012-2013 dall’accorpamento dell’Itis “Marie Curie” con l’Itc “Piero Sraffa” entrambi con sede in via Fratelli Zoia 130. Gli indirizzi di studio sono diversi: chimica dei materiali e biotecnologie sanitarie, informatica, amministrazione, finanza, marketing, liceo scientifico e turistico.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro