Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
26 mag 2022

Magnifica Fabbrica, la Milano del futuro al Rubattino

Un parallelepipedo trasparente di acciaio, legno e vetro che ospiterà laboratori, sale prove e depositi della Scala

26 mag 2022
nicola palma
Cronaca
Come sarà la Magnifica fabbrica
Come sarà la Magnifica fabbrica
Come sarà la Magnifica fabbrica
Come sarà la Magnifica fabbrica

La Magnifica Fabbrica svetterà a 25,2 metri d’altezza e si estenderà per quasi 67mila metri quadrati. Un parallelepipedo trasparente di acciaio, legno e vetro che ospiterà laboratori (per metà della superficie complessiva), sale prove e depositi del teatro alla Scala in un’unica sede: lì prenderanno forma elementi di scena, parrucche e costumi che oggi gli artigiani del Piermarini plasmano e assemblano in via Bergognone; e lì troveranno posto pure i magazzini dei tesori scaligeri, stipati in 2.500 container accatastati su quattro livelli (con tre vie di carico-scarico e quattro linee carroponte). Sarà circondata dal Parco della Lambretta, raddoppiato rispetto alle dimensioni attuali a 100mila metri quadrati (con 38 milioni di euro dal Pnrr) e percorso da rogge e canali, e impreziosita dal Palazzo di Cristallo ristrutturato nelle sue strutture portanti e riconvertito in giardino d’inverno votato alla biodiversità. Con uno Spazio dei sogni, così l’ha ribattezzato chi l’ha messo su carta millimetrata, da dedicare a mostre, laboratori, corsi e grandi eventi. Sì, perché la Fabbrica – che inizierà a sorgere al Rubattino nel 2024 per un investimento complessivo vicino ai 120 milioni di euro e che di quel quartiere è destinata a diventare il fiore all’occhiello e il simbolo di una periferia dimenticata pronta a conquistarsi il suo posto nella metropoli policentrica del futuro – è stata concepita sì per razionalizzare spazi e sprecare meno energia possibile (un po’ per scelta politica un po’ perché c’è davvero bisogno di ridurre il costo di bollette schizzate in un anno da 2 a 4 milioni), ma pure e soprattutto per coinvolgere appassionati e non, spalancando le porte della maxi officina d’eccellenza in cui l’arte nasce e si sviluppa, fondamentale punto di partenza di un lavoro che riscuote applausi e ammirazione sul palcoscenico di via Filodrammatici. Ieri mattina la prima tappa, proprio nell’attuale ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?