Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
26 lug 2022
ruben
Cronaca
26 lug 2022

L’e-commerce al femminile traina le imprese

26 lug 2022
ruben
Cronaca

Ruben

Razzante*

Era scontato che due anni di pandemia facessero crescere il commercio on-line. Ordinare prodotti da casa con un click è diventata una delle operazioni più frequenti nella vita di milioni di italiani. A beneficiare di questo trend sono state anche le Piccole e medie imprese (Pmi). Dall’inizio del Covid-19 è aumentato del 10% il numero di Pmi che vendono on-line e più della metà di esse ha dichiarato che esportare è diventato più facile. Inoltre - cosa rilevante - le donne sembrano più orientate degli uomini verso i mercati internazionali, tanto che il 68% delle Pmi a conduzione femminile vende all’estero. Il numero di Pmi che vendono on-line è passato da circa il 47% nel 2021 al 57% nel 2022: di queste, il 63% sono a conduzione femminile mentre il 55% sono guidate da uomini. Sono dati contenuti in un’indagine di Ups, condotta con Nathan Associates, Confartigianato Imprese, Federvini, Unioncamere e Pin-Polo Universitario Città di Prato dell’Università di Firenze. Dall’indagine, condotta per comprendere meglio come l’e-commerce possa essere un valido strumento per la crescita delle Pmi italiane, si rileva che l’Italia si trova alla ventesima posizione nella classifica dell’e-Trade Alliance dei migliori Paesi al mondo per le piccole e medie imprese per l’e-commerce. L’analisi riferisce che il contributo elevato della categoria alle esportazioni del Paese (53% in Italia rispetto alla media Ue del 25%) indica il forte potenziale delle Pmi. Tuttavia, gli analisti sottolineano che queste incontrano ostacoli nel cogliere le opportunità del mercato, tra cui la lentezza nell’adottare la digitalizzazione. L’e-commerce, dunque, pur confermandosi una priorità per le Pmi che vendono on-line, presenta elementi di problematicità e dunque ampi margini di miglioramento, legati alla possibilità che le Pmi riescano a comprendere il valore strategico per crescere in nuovi mercati internazionali.

* Docente di Dirittodell’informazioneall’Università Cattolica

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?