Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
16 gen 2022

La targa delle vittime delle Foibe imbrattata con la vernice spray

I vandali sono stati ripresi dalle telecamere. Il sindaco Cucchi: "Li individueremo, saranno denunciati"

16 gen 2022
christian sormani
Cronaca
L’assessore Giuliano Polito (Fratelli d’Italia) promette che la targa «verrà ripulita» e chi l’ha ridotta in queste condizioni «sarà perseguito»
L’assessore Giuliano Polito (Fratelli d’Italia) promette che la targa «verrà ripulita» e chi l’ha ridotta in queste condizioni «sarà perseguito»
L’assessore Giuliano Polito (Fratelli d’Italia) promette che la targa «verrà ripulita» e chi l’ha ridotta in queste condizioni «sarà perseguito»
L’assessore Giuliano Polito (Fratelli d’Italia) promette che la targa «verrà ripulita» e chi l’ha ridotta in queste condizioni «sarà perseguito»
L’assessore Giuliano Polito (Fratelli d’Italia) promette che la targa «verrà ripulita» e chi l’ha ridotta in queste condizioni «sarà perseguito»
L’assessore Giuliano Polito (Fratelli d’Italia) promette che la targa «verrà ripulita» e chi l’ha ridotta in queste condizioni «sarà perseguito»

di Christian Sormani Ignoti hanno divelto e vandalizzato per l’ennesima volta la targa di piazzale Martiri delle Foibe. La vernice a bomboletta ha cancellato le scritte che indicano la piazza sollevando l’indignazione delle forze politiche locali. "Un atto criminale e vile, uno spregio al ricordo dei 350.000 esuli giuliano-dalmati e dei 30mila martiri delle foibe vittime dei partigiani antifascisti jugoslavi del maresciallo Josip "Tito" Broz, reso ancora più odioso dalla sua triste recidività - ha spiegato l’assessore Giuliano Polito -. Abbiamo già provveduto a segnalare l’accaduto al nostro sindaco Raffaele Cucchi, in modo che gli autori di questa infamia possano essere denunciati alla procura della Repubblica attraverso le registrazioni delle videocamere di sorveglianza e in modo che la targa possa essere ripristinata il prima possibile". Dal canto suo il sindaco di Parabiago, Raffaele Cucchi, ha spiegato: "Sono atti vandalici che dimostrano quanto ancora dobbiamo fare memoria della storia di chi è stato torturato perseguitato e ucciso. E come tali vanno respinti". Secondo una prima ricostruzione dei fatti il vandalismo potrebbe essere accaduto diversi giorni fa. In ogni caso saranno le telecamere a fare chiarezza su quanto accaduto alla targa che indica quella zona davanti al municipio che tempo fa è stata dedicata ai martiri delle foibe per ricordarne l’eccidio. Purtroppo a Parabiago i vandali in questa zona sono già entrati in azione e si pensa che la mano possa essere la stessa entrata in azione nel febbraio del 2020 quando comparvero diverse scritte spray sui muri del palazzo comunale e sulla targa nel piazzale. Anche allora il sindaco Raffaele Cucchi denunciò l’accaduto alla Procura della Repubblica e ordinò la pulizia del muro del palazzo comunale e della targa in onore dei martiri delle foibe, chiedendo poi a tutti i partiti, presenti e non in consiglio comunale, di prendere le distanze dall’atto vandalico ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?