La sfida di Ruggiero Delvecchio: "Strapperò Settimo alla sinistra"

Lo appoggiano Forza Italia, Lega e civica Oltre. Fratelli d’Italia all’ultimo ha cambiato idea

È Ruggiero Delvecchio, 35 anni, imprenditore, il candidato sindaco ufficiale di Forza Italia, Lega e lista civica Oltre alle elezioni amministrative dell’8 e del 9 giugno a Settimo Milanese. Dopo le primarie dello scorso ottobre e mesi di confronto politico, l’annuncio è arrivato, ma con un colpo di scena. Lunedì le segreterie provinciali di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia avevano chiuso l’accordo sulla candidatura di Delvecchio. Il giorno dopo, sembra su spinta del circolo di Settimo, Fratelli d’Italia ha fatto saltare tutto. La forza politica ha fatto un passo indietro, ha deciso di non sostenere Delvecchio nella corsa alla poltrona di sindaco. Ma lui ovviamente va avanti, non commenta la decisione e pensa alla campagna elettorale.

"Accetto questa sfida con grande entusiasmo – afferma il candidato sindaco –. Ho dato disponibilità per amore della città in cui vivo dalla nascita e in cui ho messo su famiglia, una città con grandi potenzialità che, dopo quasi 80 anni ininterrotti dello stesso governo, è andata via via spegnendosi sotto tanti punti di vista e ora ha bisogno di voltare pagina".

Per quanto riguarda il programma elettorale una delle priorità sono le periferie. "Dico subito che non mi candido solo a sindaco di Settimo, ma anche di Vighignolo, di Cascine Olona, di Seguro, di Villaggio Cavour e di tutti i quartieri troppo spesso dimenticati in questi anni". E ancora il problema del trasporto pubblico: "Proprio in questi giorni stiamo promuovendo una petizione per invitare il Comune ad avviare una “class action“ a tutela dei pendolari che da anni subiscono disagi", spiega.

Il candidato sindaco Delvecchio, che da quindici anni siede tra i banchi della minoranza e della coalizione del centrodestra, vuole "una città più curata, più sicura, più pulita, più viva e vivibile. Una città a misura di famiglia e capace di coniugare le esigenze degli anziani con quelle dei giovani, in grado di offrire lavoro, servizi e svago senza dovere necessariamente recarsi a Milano". Una sfida tutt’altro che facile, dopo decenni di governi di centrosinistra. "La partita è dura ma abbiamo tutte le carte in regola per fare bene. Ci presentiamo con una coalizione unita e forte – conclude Delvecchio – finalmente in grado di strappare alla sinistra una delle ultime sue roccaforti nel Milanese. Adesso si parte per far conoscere a tutti il nostro progetto per Settimo".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro