“Viva l’Italia antifascista”: la Prima della Scala protagonista sui social. Volano gli hashtag #identificarsi e #identificatecitutti

La frase di Marco Vizzardelli gridata prima del Don Carlo e la decisione della Digos di identificarlo hanno scatenato una bufera in rete

Il teatro alla Scala gremito per la prima del Don Carlo
Il teatro alla Scala gremito per la prima del Don Carlo

Milano – “Viva l’Italia antifascista!”: la frase del giornalista Marco Vizzardelli gridata dal Loggione alla Prima della Scala e, soprattutto, la successiva identificazione da parte degli agenti della Digos presenti a teatro, hanno sollevato migliaia di reazioni, soprattutto sui social, dove gli hashtag #identificarsi, #identificatecitutti, #vivaliatalianatifascista e anche #digos sono diventati tra i più popolari. 

I trend topics di X di oggi venerdì 8 dicembre
I trend topics di X di oggi venerdì 8 dicembre

Hanno commentato la vicenda, criticando aspramente la scelta della Digos di identificare il giornalista durante l’intervallo, anche moltissimi intellettuali come – tra gli altri – gli scrittori Nicola LagioiaSilvia Ballestra, il rettore dell’Università per stranieri di Siena e saggista Tomaso Montanari. Molti anche gli esponenti del Pd, a partire dalla segretaria Elly Schlein, che hanno rilanciato gli hashtag che riguardano Vizzardelli e la frase della Scala. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro