Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 apr 2022

"Giunta poco attenta a verde e sociale"

Via dalla maggioranza: Pierantonio Monticelli, Aurora Impiombato e Mauro Broi pronti alla sfida

22 apr 2022
dibarbara calderola
Cronaca
Da sinistra Pierantonio Monticelli Aurora Impiombato e Mauro Broi alla presentazione della lista
Da sinistra Pierantonio Monticelli Aurora Impiombato e Mauro Broi alla presentazione della lista
Da sinistra Pierantonio Monticelli Aurora Impiombato e Mauro Broi alla presentazione della lista
Da sinistra Pierantonio Monticelli Aurora Impiombato e Mauro Broi alla presentazione della lista
Da sinistra Pierantonio Monticelli Aurora Impiombato e Mauro Broi alla presentazione della lista
Da sinistra Pierantonio Monticelli Aurora Impiombato e Mauro Broi alla presentazione della lista

di Barbara Calderola

"In maggioranza solo operazioni di maquillage". È la considerazione di fondo che ha spinto due pezzi da novanta della lista Vimodrone Sei tu, oggi in alla guida della città, a candidarsi alle elezioni del 12 giugno contro Dario Veneroni (Pd), il sindaco-artigiano che tenta il bis. Dovrà vedersela con Aurora Impiombato, l’avvocatessa volto storico della lista progressista che ha scelto Italia Viva e ora il progetto civico "Cambiamo insieme" con cui chiederà fiducia agli elettori. Accanto a lei un altro nome di peso della compagine progressista, Pierantonio Monticelli (Azione), con loro un terzo coordinatore, Mauro Broi dei Socialisti. Insieme hanno costruito un progetto alternativo, l’idea-guida è "Vimodrone giardino di Milano".

Dietro allo slogan c’è una critica severa alle scelte della giunta "poco verdi, spostate su un certo tipo di residenziale che snobba il sociale", spiegano i tre. Ma tutto si consumerà "dopo la chiusura della consiliatura – chiarisce Impiombato – perché abbiamo sottoscritto un patto con gli elettori che vogliamo onorare sino alla fine".

Sostenibilità, ciclabili, collegamento fra centro e rioni: "In una città di 4,5 chilometri quadrati non ha senso parlare di periferie come invece si fa troppo spesso", sottolinea Monticelli. Ma è "sul cambiamento che Vimodrone aspetta da troppo tempo" che si giocherà la campagna elettorale. "Serve un nuovo modello di sviluppo, la città da anni è governata senza soluzione di continuità". "Dire stop alla cementificazione non basta, bisogna rendere il paese vivibile, invece siamo di fronte alla desertificazione". Temi portati sinora all’attenzione degli ormai quasi ex compagni di viaggio "ma rimasti lettera morta". Da qui la rottura, una goccia sul marmo, con la quale c’entrano anche scelte più strettamente politiche: "Il patto elettorale con i 5 Stelle stretto da Veneroni dopo anni di critiche feroci e anche l’unione con Vimodrone Futura che nasce come lista contrapposta a Vimodrone sei tu". Mosse sgradite ai nuovi riformatori decisi a sparigliare le carte. Sempre che le urne glielo concedano. "Manca una visione del futuro e senza sapere in che direzione andare è difficile prendere decisioni". Il 90% dei componenti della lista arriva dalla società civile e i tre coordinatori ne vanno fieri.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?