Finisce con l’auto nella Muzza. Muore una donna di 74 anni

Tragedia a Paullo, il marito arrivato durante il recupero della vettura dal canale si sente male

Finisce con l’auto nella Muzza. Muore una donna di 74 anni
Finisce con l’auto nella Muzza. Muore una donna di 74 anni

È di Santina De Carli, 74 anni, il corpo della donna ritrovata all’interno della Fiat Panda bianca emersa ieri mattina dalla Muzza. Era uscita di casa venerdì mattina alle 6.30 per andare al lavoro, a Cassino d’Alberi, dove svolgeva lavori domestici, ma lì non è mai arrivata. A lanciare l’allarme è stata proprio la famiglia che attendeva la donna, non vedendola arrivare, dopo le numerose telefonate al cellulare che risultava spento e irraggiungibile. E così sono scattate le ricerche che venerdì non avevano avuto alcun esito. Santina De Carli era originaria di Paullo e viveva a Cascina Villambrera con il marito e il figlio. È proprio vicino a casa si è consumata la tragedia. Alcuni passanti ieri mattina, a oltre 24 ore dall’incidente, hanno notato affiorare dall’acqua della Muzza il tetto di un’auto e hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, vigili del fuoco con gli uomini del nucleo sommozzatori e mezzi da 118. Complesse le operazioni per recuperare il corpo e l’auto che sono durate circa 4 ore. La conferma che il corpo nell’auto era di Santina De Carli è arrivata poco dopo le 13 quando i sommozzatori dei vigili del fuoco sono riusciti a estrarre il corpo. Ma già dalla mattina, dal ritrovamento dell’auto, intestata alla donna, si era capito che il corpo all’interno dell’auto non poteva che essere della 74enne scomparsa 24 ore prima. Cosa sia successo lo potranno stabilire solo gli accertamenti che stanno effettuando i carabinieri e l’eventuale esame autoptico che dovrebbe essere richiesto nei prossimi giorni. Secondo la prima ricostruzione la donna potrebbe essere rimasta vittima di un terribile errore. Al volante della sua auto, uscendo dalla cascina, avrebbe svoltato a sinistra ma, probabilmente è stata tradita dal muro di nebbia e dal ghiaccio che aveva gelato le auto e al posto che imboccare la strada sterrata che porta verso Paullo è finita nel canale all’altezza del ponte che scavalca il canale. In quel punto sarebbero stati trovati segni di pneumatici che potrebbero essere della Panda. L’auto una volta caduta in acqua sarebbe stata trascinata per circa 150-200 metri. Questo a quanto risulterebbe dalle tracce lasciate sul fondale. E poi si sarebbe incagliata a poca distanza dalla cascina dove viveva. Sul posto, per il riconoscimento del corpo, è arrivato anche il marito della signora che si è sentito male. L’esame autoptico potrà escludere se la donna sia stata colpita o meno da un malore oppure sia finita nel canale per un errore.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro