Festival dedicato ai giovani. Tra influencer e Poetry Slam: "Ventenni al centro del palco"

Quindici appuntamenti in programma, il via domani con la grande poesia

Festival dedicato ai giovani. Tra influencer e Poetry Slam: "Ventenni al centro del palco"

Quindici appuntamenti in programma, il via domani con la grande poesia

Un festival per i ragazzi, dalle sfide di poetry slam, gare fra poeti che recitano i propri versi con Marco Pertica, agli influencer, cultura 3.0 e ventenni al centro di "Dalla A alla Generazione Z", una lunga cavalcata nel mondo dei giovani: 15 appuntamenti dal 5 aprile per tutta la primavera con programma scelto direttamente da loro. Si comincia venerdì sera alle 21 alla Casa delle Arti con la grande poesia da Spoon River, l’antologia di Edgar Lee Masters, a Giacomo Leopardi per chiudere con il "concertone" finale al parco di Germani, il 15 giugno. Tra i divulgatori che sbarcheranno sul Naviglio il fisico Luca Romano (2 maggio), il biologo evoluzionista Giacomo Moro Mauretto (9 maggio), l’economista e attivista Azzurra Rinaldi (16 maggio), l’avvocata Cathy La Torre (23 maggio), la rockstar della fisica Gabriella Greison (nella foto), (30 maggio).

"Cernusco vuole essere città per ogni generazione e i giovani ne sono protagonisti adesso - spiega il sindaco Ermanno Zacchetti -. Si parla spesso di come i ragazzi siano il futuro. È vero, ma penso, e non dovremmo mai dimenticare, che sono soprattutto il presente della nostra città". Anche per questo, l’Amministrazione "ha fatto in modo che fossero protagonisti nel Consiglio comunale dei Ragazzi e delle Ragazze e da qualche tempo e per i più grandi della Consulta Giovani. E quando possiamo, proviamo a metterli al centro di progetti dedicati, non solo come spettatori. Il festival è un esempio". "Un cartellone che dà spazio a loro con un programma scelto direttamente - aggiunge Marco Erba, assessore alla partita - in una città la cui cultura è sempre più pop, per la prima volta con un evento di grandissimo livello dedicato in modo specifico a una fascia d’età che troppo spesso in ambito culturale viene trascurata. Una svolta, in occasione tra l’altro dei 30 anni del Centro di aggregazione giovanile Labirinto, al lavoro in modo incisivo da anni sul nostro territorio". "Sono orgogliosa di questa nuova proposta, soprattutto per il pubblico al quale si rivolge. Vale a dire i ragazzi - conclude l’assessore alla Cultura Isabelle Leite -. Vogliamo che passi il messaggio che per divertirsi, stare insieme, ascoltare buona musica, non ci sono solo le grandi città. La Consulta Giovani si è spesa per l’organizzazione della parte dedicata agli influencer, hanno contattato nomi di altissimo livello che trattano tematiche attuali che piaceranno a tutti. Sarà un grande successo". I dettagli del programma sono sul sito del Comune.

Barbara Calderola

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro