Edilizia, Sala agli investitori: "Niente stop, solo una pausa"

Il sindaco: sulle pratiche a rischio bisogna trovare una soluzione con la Procura. Ai dipendenti comunali garantiamo tutela legale, ma sulle firme ora c’è prudenza. .

Edilizia, Sala agli investitori: "Niente stop, solo una pausa"

Edilizia, Sala agli investitori: "Niente stop, solo una pausa"

Un incontro per rassicurare e dotare di tutela legale i dirigenti e i funzionari comunali preoccupati di dover firmare atti legati alle pratiche urbanistiche, in tempi di inchieste della Procura proprio sulle procedure messe in atto da Palazzo Marino. Ieri mattina, nella sede comunale di via Sile, l’assessore alla Rigenerazione urbana Giancarlo Tancredi e il direttore generale del Comune Christian Malangone hanno incontrato una delegazione dei 140 dipendenti comunali che avevano inviato una lettera al sindaco Giuseppe Sala per chiedere maggiori tutele o di essere spostati in altri settori meno a rischio sul fronte delle ricadute giudiziarie. Il primo cittadino, nel pomeriggio, spiega che "l’incontro aveva l’obiettivo di rassicurare i dipendenti sul fatto che qualora fossero coinvolti in problematiche di natura giudiziaria, il Comune offrirà assistenza legale con i nostri avvocati. Ma abbiamo anche spiegato loro che la situazione è ancora tutta da decifrare. Bisognerà continuare a ragionare con la Procura per capire tecnicamente cosa si può fare e cosa non si può fare". Non solo. Sala aggiunge: "Noi stiamo affrontando questa situazione senza piglio polemico ma con la necessità di capire. Perché la preoccupazione è duplice. La prima: i dipendenti comunali possono anche essere rassicurati, ma poi devono firmare quegli atti. E dunque, ad oggi, l’intenzione è di essere molto prudenti. La seconda: che gli investitori non percepiscano tutto ciò come uno stop, ma come una riflessione in attesa di capire come procedere". Sabato Sala aveva fatto sapere che sono 150 le pratiche edilizie milionarie che potrebbero restare nei cassetti di Palazzo Marino nel caso in cui non sarà trovato un accordo con la Procura.

Sull’esito dell’appuntamento di ieri, intanto, scende in campo anche Tancredi, che parla di "incontro utile e costruttivo, avvenuto in un clima positivo, per quanto la situazione lo permetta. Premesse la vicinanza e la solidarietà manifestate ancora oggi nei confronti dei dipendenti, l’amministrazione comunale ha garantito la copertura delle spese legali per i dipendenti e le dipendenti che dovessero averne bisogno. Per quanto riguarda i procedimenti che potrebbero essere interessati dall’intervento della Procura, sono in corso tutti i necessari accertamenti e le valutazioni del caso, in modo da chiarire il da farsi".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro