Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Milano, Daspo Willy per due clienti molesti al bar

Il provvedimento del questore raggiunge un italiano e un romeno: non potranno più entrare in locali pubblici

Polizia a Milano
Polizia a Milano

Milano, 29 aprile 2022 - Il questore di Milano, Giuseppe Petronzi, ha emesso due provvedimenti di prevenzione, il cosiddetto Daspo Willy, nei confronti di un italiano e uno romeno che, nei giorni scorsi, si sono resi responsabili di reati in locali pubblici. II primo è un italiano di 48 anni con precedenti di polizia: la sera di lunedì 18 aprile, in un bar in zona Dergano a Milano, dopo avere frantumato una zuccheriera sul bancone e lanciato un porta tovaglioli contro una delle dipendenti, aveva preso la bottiglia di un superalcolico dal frigorifero, lanciato una sedia contro un cliente e aveva sputato al volto dell'addetta al bar che gli aveva chiesto di pagare. Ne era nata una colluttazione in cui l'uomo aveva anche molestato sessualmente un'altra dipendente. I poliziotti della volante del Commissariato Quarto Oggiaro l'avevano arrestato per violenza privata e violenza sessuale e il gip gli ha imposto l'obbligo di dimora in un comune in provincia di Varese.

Il romeno, 49 anni, invece, è stato colpito dal provvedimento dopo la segnalazione dei carabinieri dalla Stazione dei Carabinieri Milano Affori che avevano rilevato come l'uomo, pregiudicato per furto, rapina e ricettazione, avesse commesso numerosi reati contro il patrimonio e la persona: in un bar dal di un centro commerciale avrebbe rubato 124 bottiglie di alcolici per un valore di quasi 4mila euro. Con il provvedimento emesso al termine delle istruttorie condotte dai poliziotti della Divisione Anticrimine, nei loro confronti il questore ha vietato l'accesso ai locali di pubblico trattenimento (discoteche, locali notturni, sale da ballo, luna park, disco pub, ovvero ogni locale pubblico o aperto al pubblico in cui abbiano luogo attività di trattenimento) e agli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande presenti nell'intera Città metropolitana di Milano per due anni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?