Quotidiano Nazionale logo
18 feb 2022

Bimbo precipitato dalle scale Maestra assolta

Il piccolo era affidato alla bidella che ha patteggiato

MILANO

Era stata condannata a un anno con il rito abbreviato per concorso nell’omicidio colposo di un bambino di cinque anni e mezzo precipitato nella tromba delle scale dell’istituto comprensivo "Sandro Pertini" il 18 ottobre 2019. Ora la

maestra è stata assolta dalla V Corte d’Appello mentre il processo di primo grado con rito ordinario a un’altra

maestra, quella di sostegno, è ancora in corso. Una terza coimputata, una bidella, aveva già scelto il patteggiamento a due anni. Le due insegnanti erano accusate di avere "omesso la dovuta vigilanza sul bambino", avendogli consentito di "recarsi ai servizi igienici fuori dall’orario programmato", e non accertandosi che fosse preso in carica dalla bidella nel tragitto fra la classe e il bagno. In attesa delle motivazioni, l’assoluzione della

maestra sembra compatibile con una dinamica dei fatti parzialmente diversa da quella ricostruita. La bidella aveva raccontato di non aver potuto seguire il bambino se la caduta fosse avvenuta al ritorno, da un punto di vista giuridico si sarebbe spezzato il nesso di causa tra l’eventuale non accertamento da parte della maestra dell’accompagnamento effettivo da parte della bidella e la caduta mortale del bambino.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?