"Sono andata a comprare da mangiare". Si è giustificata così ieri mattina una donna di origine romena, trentenne, che era in giro per Castano Primo ma senza validi motivi. La donna è stata fermata in paese durante i controlli di polizia locale che si sono attivati già nella giornata di ieri con l’inizio del lockdown per favorire il rispetto delle misure decretate dal Governo. La donna, dopo essere stata fermata dagli agenti, si è giustificata dicendo di essere andata a fare la spesa, ma non era vero. La trentenne era invece in giro senza motivo a spasso per il paese e gli agenti ne stavano da tempo osservando i comportamenti, che non erano certo rivolti ad andare a fare compere. Così è stata invitata a produrre l’autocertificazione, di cui però non era in possesso. Gli agenti hanno quindi proceduto ad identificarla e le hanno poi contestato un verbale di 400 euro. I controlli si sono estesi in tutto il Comune per garantire il rispetto delle restrizioni che hanno preso il via da ieri per contenere i contagi da coronavirus.

Christian Sormani