Ragazzi sulla nuova "Agorà" firmata Tellas (foto Piccioli)
Ragazzi sulla nuova "Agorà" firmata Tellas (foto Piccioli)

Mantova - Una piazza che diventa "agorà", un luogo di incontro, confronto, aggregazione, come lo intendevano gli antichi Greci: il cuore pulsante di una comunità.  E' piazza Unione Europea, cuore del quartiere Lunetta, al centro di un rilancio sociale  e progettuale, grazie al lavoro di Tellas, artista di origini sarde noto a livello internazionale, che ha realizzato la sua opera, "Agorà" appunto, nell’ambito della VI edizione del festival di arte urbana Without Frontiers, Lunetta a Colori di Mantova, rivisitando la pavimentazione della piazza al centro del quartiere popolare.

Già durante la fase  di lavorazione, dal 14 al 20 giugno, l’“Agorà” ha iniziato a esercitare la propria influenza, attraendo bambini, in particolare, ma anche adulti, che hanno interagito tra loro, con lo spazio e con l’artista sempre presente. Senza barriere, without frontiers, com’è nel Dna della manifestazione. Lo spirito di aggregazione ha raggiunto il culmine a opera ultimata, quando artista, abitanti e organizzatori hanno preso possesso della nuova agorà, fondendosi con le forme inedite di questo spazio reinterpretato.

Lungo i 954 metri quadrati della piazza l'opera si sviluppa tra gli  alti palazzi,  già “abitati” da altre opere realizzate nel corso delle cinque precedenti edizioni del festival. Come è tratto distintivo dell’artista foglie e fiori, elementi naturali, "nascono" su grandi campiture cromatiche a simboleggiare nuove connessioni fra uomo e natura. Perfettamente inserito nel tema dell'evento di quest'anno declinato sulla congiunzione “e”: simbolo di sinergia, socialità, relazione, legami, nessi.



 La realizzazione di “Agorà” è stata supportata da Univer, brand di PPG Architectural Coatings, che ha fornito oltre 1.000 litri di vernici colorate. L’iniziativa si inserisce nella più ampia collaborazione tra Univer e Tellas, che vedrà nel corso di tutto il 2021 l’applicazione concreta della strategia del colore “Voice of Color” di PPG attraverso le opere dell’artista.