Testamento “pilotato“. Prima rata pagata alle eredi

Santo Stefano, il Comune nel 2024 sborserà altri 70mila euro

Testamento “pilotato“. Prima rata pagata alle eredi
Testamento “pilotato“. Prima rata pagata alle eredi

Prima tranche pagata a dicembre, da parte dell’amministrazione comunale, alle eredi Ghiringhelli dopo la sentenza dell’estate 2023 del tribunale civile che imponeva la restituzione di contanti, terreni e il controvalore di altri beni, frutto dell’eredità di Maria Luisa Grazia Ghiringhelli, la 87enne scomparsa nel 2018 il cui lascito all’ente pubblico, secondo la sentenza della sezione penale della corte d’Appello, era conseguenza di un testamento olografo “pilotato“ per il quale è stato condannato a due anni, pena sospesa, l’ex sindaco Massimiliano Lodigiani. Il totale, in termini economici, si aggirava ad oltre 737mila euro a cui però vanno tolti poco più di 244mila euro, somme bloccate al Fondo Unico Giustizia (Fug) pertanto già uscite dall’ente. Dei circa 493mila euro rimanenti, sono già stati liquidati agli eredi poco più di 310mila euro, comprensivi degli oneri per i legali. Si tratta dunque della parte più consistente della cifra visto che il piano di rientro previsto per i prossimi anni prevede che il Comune guidato ora da Marinella testolina (nella foto) dovrà pagare 70mila euro sia quest’anno che il prossimo. Nel 2026 l’ultima tranche di 42mila e 864 euro.