Quotidiano Nazionale logo
16 feb 2022

Covid, a Lodi l'emergenza tamponi è finita: l'Esercito saluta il Parco tecnologico padano

I militari hanno iniziato a smontare la tensostruttura installata per effettuare i test. Il virus è in ritirata

carlo d'elia
Cronaca
I militari al lavoro nel Parco tecnologico padano
I militari al lavoro nel Parco tecnologico padano

Lodi, 16 febbraio 2022 - L'emergenza, almeno per i tamponi, è finita. L'Esercito ha iniziato a smontare la tensostruttura nell'area adiacente al Parco tecnologico padano di Lodi. Si tratta della seconda linea drive through per i tamponi Covid che è stata installata dai militari a metà gennaio per far fronte all'emergenza sanitaria che in quei giorni aveva colpito duramente il territorio per la quarta ondata. In un mese di attività, i militari hanno gestito solo a Lodi una media di 500 tamponi al giorno (il picco a inizio gennaio con oltre 800 tamponi effettuati).

Con la chiusura della seconda linea, gli spazi giornalieri disponibili resteranno intorno ai 500 dal lunedì al venerdì e circa 300 solo il sabato. Gli orari d’accesso restano i soliti (dal lunedì al venerdì 8.30-17.30, sabato 8.30-14.30, la domenica l'attività dei tamponi resterà chiusa). Secondo le linee guida preparate dalla Regione, resta uguale la modalità d’accesso al Ptp: prenotazione del medico di medicina generale o del pediatra o in accesso libero dalle 11 e fino a esaurimento delle disponibilità per chiusura quarantena, con ricetta medica e per le scuole.

Per quanto riguarda la situazione Covid in Lombardia è da tenere sotto controllo il dato legato agli interventi dell'emergenza/urgenza. Il report, aggiornato con cadenza settimanale e che presenta i dati relativi agli interventi del 118 aventi a oggetto una sintomatologia compatibile con l’infezione da Covid-19 (eventi per problemi respiratori o infettivi) frutto della collaborazione tra PoliS-Lombardia, Areu e Università Milano-Bicocca, rivela che il territorio lodigiano presenta oggi dati in netta discesa. Praticamente in picchiata, rispetto alle altre province della Lombardia dove gli interventi di soccorso del 118 sono sicuramente in calo, ma in maniera più lieve. Nell’ultima settimana infatti sono stati 51 gli interventi effettuati da Areu per soccorrere pazienti colpiti dal Covid.

I numeri per la prima volta negli ultimi mesi sono tornati nella norma. Un dato che in Lombardia è stato registrato solo nel Lodigiano (la migliore provincia in questo momento in tutta la regione). Erano 74 la settimana precedente. Tra la fine di dicembre e l’inizio di gennaio erano 190 in sette giorni. Un dato che già tra il 13 e il 19 gennaio era sceso in maniera vertiginosa, arrivando a 89 segnalazioni nell’ultima settimana (erano 95 tra il 6 e il 12 gennaio). Il peggio è decisamente alle spalle.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?