La protesta a San Vittore Olona, “bocciata” la scuola secondaria: piove nelle aule e c’è muffa

La denuncia dei genitori e del consigliere Paolo Salmoiraghi: "Malgrado le rassicurazioni del sindaco la situa zione della scuola secondaria rimane precaria"

Il consigliere comunale Paolo Salmoiraghi

Il consigliere comunale Paolo Salmoiraghi

San Vittore Olona (Milano) – Aule in cui piove dentro e che si allegano. Muffa in sala mensa e alcune zone senza riscaldamento. La denuncia arriva dal consigliere Paolo Salmoiraghi: "Malgrado le rassicurazioni del sindaco e della giunta comunale la situazione della scuola secondaria di San Vittore Olona rimane precaria. Raccogliamo giornalmente le lamentele dei genitori e degli stessi insegnanti per le continue infiltrazioni di acqua dalla copertura della scuola". Nel 2020 sono stati effettuati interventi che avrebbero dovuto scongiurare ulteriori infiltrazioni, ma così non è stato: "L’aveva trionfalmente dichiarato l’allora assessore ai lavori pubblici della giunta Rossi nel febbraio 2021.

Dopo le segnalazioni dei genitori di inizio marzo, le dichiarazioni del sindaco per queste infiltrazioni "…ogni tanto capita e provvederemo", sono rimaste nel cassetto visto che la situazione in questi giorni è peggiorata, per non parlare del locale mensa e della palestra". Una polemica aperta quella di Salmoiraghi che punta il dito contro l’attuale amminstrazione comunale: "Evidentemente questa giunta ha in mente esclusivamente di intitolare il nuovo auditorium a Don Lorenzo Milani, come da delibera di febbraio, ovviamente senza neppure degnarsi di farcelo sapere preventivamente, ma soprattutto decide di spendere ben 700mila euro per questo auditorium senza considerare le problematiche esistenti, in primis la copertura della scuola. E meno male che le loro priorità erano le scuole".

Il progetto dello spazio polifunzionale, da oltre 200 posti a sedere, è stato voluto dal sindaco Daniela Rossi e dalla sua giunta convinta della necessità di un "luogo della cultura, uno spazio per la comunità e la sua identità". Il nuovo edificio sarà costruito, al margine sud-est della scuola Leopardi, lungo la via XXIV Maggio. Saranno abbattuti quattro alberi che saranno poi sostituite da nuove essenze. Le facciate poi, presenteranno pannelli di gres porcellanato. I sanvittoresi troveranno una sala con oltre 200 posti a sedere e un palco per spettacoli. La struttura avrà una uscita indipendente e sarà collegata con l’Istituto. L’auditorium avrà una superficie di 277 metri quadrati e sarà alto 5 metri. Nei documenti si legge che il nuovo edificio "assicura il livello normativo per adeguare la zona aula magna esistente e rendere le funzioni aperte al pubblico esterno perfettamente separate".