Ponte ancora sott’acqua. Allarme in via Morelli. Disagi per i pendolari

Il ponticello in via Morelli a Castellanza si allaga con poche ore di pioggia, bloccando il transito. Il sottopasso incompiuto potrebbe risolvere il problema, ma resta in attesa di intervento. Il segretario del circolo del Pd sollecita il Ministro Salvini a intervenire urgentemente.

Ponte ancora sott’acqua. Allarme in via Morelli. Disagi per i pendolari

Il ponticello in via Morelli a Castellanza si allaga con poche ore di pioggia, bloccando il transito. Il sottopasso incompiuto potrebbe risolvere il problema, ma resta in attesa di intervento. Il segretario del circolo del Pd sollecita il Ministro Salvini a intervenire urgentemente.

Bastano alcune ore di forti piogge e il ponticello in via Morelli, strada di collegamento tra Busto Arsizio e Castellanza, in prossimità della stazione Nord di Castellanza si allaga. L’"acqua alta" che impedisce il transito alle auto e ai pedoni, soprattutto pendolari che raggiungono lo scalo ferroviario, è un problema che resta in attesa di soluzione. Soluzione che è davanti agli occhi, da qualche anno, è il sottopassaggio in via Morelli, opera necessaria ma incompiuta. " Va completato e aperto – sottolinea Alberto Dell’Acqua, segretario del circolo del Pd di Castellanza che in un comunicato dopo la visita nel Varesotto del Ministro Matteo Salvini, lo sollecita a interessarsi urgentemente dei problemi viabilistici legati al mancato completamento del sottopasso di via Morelli. Progetto che deve essere svincolato dall’intervento per realizzare il raccordo Y , tra Rfi e Ferrovienord, previsto da anni nell’ambito del potenziamento della linea Rho – Gallarate. Raccordo su cui i consigli comunali di Busto Arsizio e Castellanza si sono già espressi ribadendone l’inutilità dal momento che si sta realizzando l’altro collegamento ferroviario dal Terminal 2 di Malpensa a Gallarate. "Urgente e necessario è il completamento del sottopassaggio incompiuto – ribadisce Dell’Acqua – opera che garantirebbe più sicurezza a tutti, automobilisti, ciclisti e pedoni". R.F.