Parabiago, mangia e beve senza pagare e minaccia i dipendenti: l’incubo di bar e ristoranti

L'uomo, ben noto alle forze dell’ordine, ha creato problemi anche ad altre attività commericali

L'uomo fermato ieri dai carabinieri in centro a Parabiago

L'uomo fermato ieri dai carabinieri in centro a Parabiago

Parabiago (Milano), 26 gennaio 2024 - Entra consuma, non paga, minaccia i dipendenti di un ristorante e poi scappa. Si tratta di un italiano, S.G. del 1978, nato e cresciuto a Parabiago che ben presto è diventato una mina vagante per comune ed attività commerciali. L'uomo si muove spesso con uno zaino addosso e bevendo si altera fino a diventare violento.

Al comando della polizia locale lo conoscono bene: "Si tratta di un soggetto purtroppo noto che frequentemente torna in Parabiago arrogando diritti che non ha e pretendendo che nell'immediato gli si trovi una casa e soldi. Quando arriva è solitamente alterato e degenera facilmente".

Lo ha fatto anche giovedì quando è entrato in un locale, l'osteria del pesce. Ha mangiato e non ha pagato, minacciando i camerieri. Nella stessa giornata ha procurato problemi anche ad altre attività della zona del centro di Parabiago entrando in stato di alterazione, chiedendo soldi e minacciando i titolari o i commessi presenti. Spesso entra anche in municipio e tempo fa ha anche lanciato escrementi dei cani contro l'ingresso del comune. L'uomo dopo minacce ai genitori ha avuto un divieto di avvicinamento ed attualmente è senza dimora e sembra vada a dormire in ospedale a Rho di notte e nel dormitorio a Milano. Recentemente si è anche auto-inferto un taglio in caserma dai carabinieri.