Musica e danza in centro durante un recente evento serale estivo

Legnano (Milano), 12  luglio 2018 - Torna la Notte bianca, manifestazione che aveva caratterizzato l’ultimo anno di mandato del sindaco Lorenzo Vitali, 2012, e il primo del suo successore Alberto Centinaio, 2013, per poi essere archiviata. Torna domani sera e avrà come tema trascinante il ballo, tanto che è il motto "A passo di danza per una notte" a guidare la comunicazione dell’evento.

Per realizzare la manifestazione hanno lavorato a stretto contatto l’amministrazione comunale e i commercianti: una dozzina di location in tutta l’area centrale della città, negozi aperti (sono circa 60 gli esercizi commerciali che hanno aderito), street food, spettacoli, musica dal vivo, dj set, degustazioni e giochi caratterizzeranno la manifestazione organizzata con Distretto unico del Commercio e Confcommercio.

Queste le location di riferimento per ballo e cibo, in una notte che si preannuncia piuttosto calda, soprattutto se si considera che il centro di Legnano è già apparso sold out nelle serate di mercoledì con i negozi aperti: piazza San Magno, piazza Don Sturzo, piazza Europa, via Volta, via XXV Aprile, via Cavallotti, largo Seprio, via Corridoni, via Giulini, corso Magenta, via Gigante, corso Garibaldi e via Vittoria.

Si ballerà di tutto, dall’hip hop, al latino americano, sino al liscio e alla baby dance, e se in piazza san Magno - e solo qui - i protagonisti saranno i ballerini professionisti, in tutte le altre location l’intenzione degli organizzatori è quella di coinvolgere tutto il pubblico nei balli, trasformando la serata in una festa di piazza. "Avevo avuto dall’amministrazione comunale la promessa di rilanciare il commercio attraverso il Duc - ha detto alla presentazione dell’evento Paolo Ferrè, presidente di Confcommercio Legnano - e la promessa è stata mantenuta: lo dimostra il fatto che tante attività hanno ritrovato l’entusiasmo per aderire a iniziative come questa, impegnandosi in prima persona". "Vogliamo una serata all’insegna del divertimento e della professionalità dell’organizzazione - ha detto invece il sindaco, Gianbattista Fratus -. Questo è il modo in cui Legnano si deve distinguere: con questa e altre iniziative vogliamo offrire l’occasione per vivere davvero la città«. Franco Colombo, assessore alla Cultura, ha invece sottolineato la necessità di guardare a tutti gli strati sociali e anagrafici". "Chiediamo anche ai legnanesi di essere un poco pazienti - ha concluso Ferrè - perché è naturale che la manifestazione non passerà, per così dire, inosservata e un minimo di tolleranza da parte di tutti sarà necessaria per permettere lo svolgimento dell’evento".

La manifestazione si snoderà tra le 21 di venerdì e le 24 e appare naturale pensare che la serata farà parecchio «rumore», così che qualche protesta sarà da mettere in preventivo. Non solo rumore: un’ordinanza ha poi stabilito numerosi divieti di sosta e circolazione in tutte le strade interessate agli spettacoli. Divieti che in alcuni casi - certo non nelle direttrici nevralgiche per la circolazione - saranno già attivi fin dalle 6 del mattino di domani. Una scelta obbligata a fronte dei quasi 400 metri quadrati di pedane da montare nelle varie aree della città, palchi, allestimenti e allacciamenti.