Quotidiano Nazionale logo
1 mar 2022

"Lavorare alla Franco Tosi era anche un’esperienza di vita"

I ricordi della metalmeccanica degli anni ruggenti di Diego Colombo, operaio e sindacalista di lungo corso

«Oggi si è perso lo spirito di allora»
«Oggi si è perso lo spirito di allora»
«Oggi si è perso lo spirito di allora»

Le immagini gli sono tutte ben impresse. Istantanee di un mondo che fu e ora non è più. Diego Colombo, alla Franco Tosi, ha riservato un angolo di cuore consistente. Sia ai tempi in cui lavorava, e accompagnava il suo impegno quotidiano in carpenteria prima e montaggio poi con un’intensa attività sindacale. Con lo sguardo aperto di chi faceva della propria battaglia una battaglia per tutti. Chi meglio di lui può quindi immortalare il correre della storia della Franco Tosi dal prima al dopo? Il prima non era solo produzione ma si chiamava anche, ricorda, "servizi sociali legati all’azienda, dermatologo, dentista, ciclismo, persino un club di bridge, la Mutua interna". Realtà aggregative, sociali e sanitarie che rendevano stare in fabbrica in catena di produzione "un’esperienza bellissima". Certo, vi era innanzitutto "l’orgoglio di imparare un lavoro e di poterlo poi svolgere in un’azienda di spessore come la Tosi". Già, ma poi il libro si è arricchito di tante pagine quanti sono gli anni passati, circa venti per lui. E oggi, pur riconoscendo al gruppo Presezzi la capacità di avere dato un futuro all’azienda, "la Tosi è un’altra cosa rispetto a quella realtà". E che "se prima lavorare alla Tosi era elemento di orgoglio, adesso è come lavorare in tante altre aziende". Insomma, il marchio Tosi è vivo e vegeto ma l’aurea aetas si è un po’ appannata. Complice, dice ancora, "l’evoluzione di un sistema industriale cui la Tosi non è sempre stata capace di stare al passo in termini di scelte". Acqua sotto i ponti ne è passata. Con gli indiani della Gammon "si tentò una via indiana che poi non ebbe successo". Oggi, "l’attività maggiore è rimasta il montaggio turbine e compressori, cosa un po’ diversa da ciò per cui eravamo dentro noi un tempo; entravi a 15 anni e, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?