Legnano, il centenario della città. Primo evento: il Palio a Strasburgo

Tra pochi giorni i costumi della sfi lata storica saranno esposti nella sede del Parlamento europeo. Il sindaco: "Occasione per riscoprire la nostra identità, ovvero la capacità di creare e di includere"

Il logo presentato da Elisabetta Tavalla Secondi

Il logo presentato da Elisabetta Tavalla Secondi, studentessa della V B sezione Grafica del Liceo Artistico Dell’Acqua, vincitrice del contest.

Legnano – Si parte con il logo che caratterizzerà tutte le iniziative, svelato ieri, e con i primi eventi messi in cartellone, con in vetrina la mostra dei costumi del Palio al Parlamento europeo di Strasburgo (27-28 febbraio), ma il programma pensato per celebrare i cento anni della Città di Legnano è ancora in divenire e nelle intenzioni si ripromette di coprire tutto il 2024.

A dare il “la“ all’anno del Centenario dal riconoscimento del titolo di Città sono stati ieri il sindaco, Lorenzo Radice, l’assessore alla Cultura, Guido Bragato, il vicepresidente della Fondazione Palio, Luca Roveda, il Cavaliere del Carroccio, Andrea Monaci, il presidente della Fondazione Ticino Olona, Salvatore Forte e il presidente della Famiglia Legnanese, Gianfranco Bononi, tutti in rappresentanza di realtà impegnate in prima fila nella costruzione del programma.

"Il Centenario è un crocevia fondamentale nella storia della nostra comunità – ha detto il sindaco, Lorenzo Radice – un’occasione per celebrare e riflettere sulla nostra identità e su quello che è lo spirito più autentico della legnanesità, ossia la capacità di intraprendere creando possibilità di crescita e inclusione che, oggi come cento anni fa, rendono Legnano una realtà attrattiva". L’intersezione tra le iniziative del Comune e quelle delle altre realtà cittadine, in primis la Fondazione Palio, sarà molto stretto e ogni evento, compreso il Palio di Legnano, troverà nel Centenario della città un motivo per realizzare qualcosa di speciale: numerose realtà economiche hanno già espresso il loro interesse e l’intenzione di sostenere economicamente le iniziative (oggi la prima scadenza per la presentazione di quelle da realizzare nel primo semestre).

Primo evento sarà la mostra al Parlamento europeo: una delegazione paliesca porterà i suoi “gioielli“, costumi e oggetti di corredo, nella Galleria Emilio Colombo, punto di passaggio degli europarlamentari per raggiungere l’aula in occasione delle sessioni plenarie. Il logo della manifestazione è stato realizzato da Elisabetta Tavalla Secondi, studentessa della V B sezione Grafica del Liceo Artistico Dell’Acqua, vincitrice del contest a cui hanno partecipato una quarantina fra studentesse e studenti del Liceo Artistico.