L'assessore Alessio Dossi
L'assessore Alessio Dossi
Lecco, 7 gennaio 2019 – Una retromarcia sulle auto elettriche e ibride nei centri storici e nelle zone a traffico limitato. La chiede l' assessore all' Ambiente di Palazzo Bovara Alessio Dossi, contrario alla nuova norma prevista nell'ultima Legge di Bilancio che apre le porte dei centri storici e delle zone a traffico limitato. "Le Ztl e le aree pedonali rappresentano importanti presidi della vita cittadina, luoghi di opportunità di incontro e di commercio, luoghi di sviluppo turistico e di mobilità lenta dove è bene che le auto non entrino, a prescindere dalla tipologia di motore", spiega l'assessore di Lecco.

MOBILITA' SOSTENIBILE - "Sicuramente il sostegno e lo sviluppo della mobilità elettrica e ibrida sono fronti sui quali lavorare per i miglioramenti alla qualità dell'aria che sono in grado di promuovere - prosegue Alessio Dossi -, ma questa tipologia dimisura non è certamente ciò di cui le città necessitano. La mobilità elettrica ha bisogno, e ci stiamo lavorando con attenzione, di infrastrutture, come le colonnine elettriche di ricarica, o di agevolazioni tariffarie per i parcheggi. Reintrodurre le auto dove con fatica siamo riusciti negli anni a creare zone dedicate ai pedoni, dove le famiglie e i turisti possono passeggiare in libertà, sarebbe decisamente un passo indietro”.

LA RICHIESTA - “Mi auguro che molti Comuni e amministratori locali sottolineino questo aspetto e che dal Governo facciano marcia indietro rispetto a una scelta che denota comunque una visione distorta e approssimativa di quello che dovrebbe essere lo sviluppo sostenibile delle nostre città".