Ragazza di 21 anni trovata morta in un canalone della Grignetta dopo cinque giorni di ricerche. Il mistero delle lettere lasciate in albergo

Mandello del Lario (Lecco), recuperato il corpo è di una 21enne polacca. Potrebbe essersi lasciata cadere

Trovata senza vita dopo cinque giorni

Trovata senza vita dopo cinque giorni

Mandello del Lario (Lecco)- La cercavano da sabato, l’hanno trovata ieri mattina, morta, in fondo a un canalone della Grignetta.

Una ragazza polacca di 21 anni, che soggiornava in un albergo di Milano, è precipitata dalla ripida cresta Cermenati, che sale dallo spigolo sud fino in vetta alla Grigna Meridionale. A lanciare l’allarme sono stati altri due escursionisti, che hanno ritrovato uno zaino abbandonato lungo il percorso, sull’orlo del baratro. Hanno intuito potesse appartenere a qualcuno magari caduto e hanno allertato gli operatori del 112, già preallertati dalla sera prima dal mancato rientro della giovane polacca.

Dalla base di Villa Guardia di Como sono decollati i soccorritori dell’eliambulanza di Areu di Como per una perlustrazione aerea. Sono stati mobilitati pure i tecnici volontari del Soccorso alpino, compreso un sanitario. Chi ha lanciato l’allarme non si sbagliava.

Durante il sorvolo è stata in individuata una persona in fondo a un canalone: era la 21enne, purtroppo morta. I familiari, gli amici e i soccorritori la stavano cercando da sabato, perché non riuscivano a mettesi in contatto con lei. I soccorritori hanno recuperato il corpo e lo hanno trasferito a valle per restituirlo ai suoi cari. La ragazza era da sola. Forse è scivolata durante una sosta durante l’ascesa, oppure, come sembra emergere da alcune lettere trovate nella sua stanza d’albergo, si è lasciata cadere volontariamente.