Quotidiano Nazionale logo
17 feb 2022

Lo scontro sindacalista-manager finisce in Tribunale: "Diffamato"

Il coordinatore Scorzelli denunciato dal dg Paolo Favini per i numerosi post sui social pubblicati in questi mesi

Francesco Scorzelli, coordinatore infermieristico all’ospedale “Mandic“ di Merate
Francesco Scorzelli, coordinatore infermieristico all’ospedale “Mandic“ di Merate
Francesco Scorzelli, coordinatore infermieristico all’ospedale “Mandic“ di Merate

La querelle tra Francesco Scorzelli, coordinatore infermieristico del reparto di emergenza dell’ospedale di Merate e sindacalista, e il manager della sanita, Paolo Favini, è finita in tribunale. Tutti i post della presunta diffamazione sono stati letti ieri in aula davanti al giudice Chiara Arrighi. Francesco Scorzelli è stato denunciato da Paolo Favini, direttore generale dell’azienda socio sanitaria di Lecco. Ieri sono stati ricostruiti i fatti – accaduti nel 2020 – quando, attraverso post sui social, Scorzelli avrebbe fatto allusioni e – secondo l’accusa – denigrato il manager della sanità. Sono numerosi i procedimenti che Asst di Lecco ha messo in atto nei confronti di Francesco Scorzelli e ieri il legale di Favini ha depositato una sentenza del giudice del lavoro di Lecco che aveva sospeso dal servizio il coordinatore. Tra i post Scorzelli aveva invocato “una nuova Norimberga…“ nei confronti del manager per la gestione della pandemia, oltre a frasi irrepetibili e allusioni nei confronti di Favini. Ai dubbi sulle allusioni di Scorzelli, avanzate dal suo legale, l’avvocatessa Stefania Favini, il manager della sanità ha risposto: "Quelle frasi le ho sentite anche personalmente, perché oltre che scriverle sui social le ha pronunciate in mia presenza". Il giudice ha aggiornato il processo per ascoltare la versione dell’imputato. Angelo Panzeri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?