Lecco, incidente in auto dopo la discoteca: a bordo tre ventenni. I cugini Simone e Nicolas Combi morti sul colpo, l’amico Alessio è in coma

Lo schianto nel tratto dell’ex Statale 36, vicino alla discoteca Orsa Maggiore. Il conducente avrebbe perso il controllo della vettura dopo una curva. L’unico giovane sopravvissuto lotta per la vita in ospedale

Nicholas e Simone Combi, vittime dell'incidente a Lecco

Nicholas e Simone Combi, vittime dell'incidente a Lecco

Lecco, 3 febbraio 2024 – Simone e Nicholas Combi sono morti sul colpo. Alessio è invece sopravvissuto allo schianto, ma è stato ricoverato in condizioni gravissime. L'incidente è successo questa notte intorno alle 2.30 sul lungolago di Lecco, tra Lecco e Abbadia Lariana, nel tratto della ex Statale 36 vicino alla discoteca Orsa Maggiore.

Simone e Nicolas erano cugini e avevano 21 e 22 anni: abitavano a Cassina Valsassina il primo, a Cremeno (nella frazione Di Maggio), dove si era trasferito da poco, il secondo. Il loro amico, Alessio, è di Lecco e ha 22 anni: ora è in prognosi riservata; i sanitari del reparto di Neurorianimazione dell'Alessandro Manzoni dove è tenuto sotto stretta osservazione stanno tentando il possibile per salvarlo, ma è in coma.

I tre viaggiavano tutti sulla stessa auto, una piccola Toyota Yaris e stavano rientrando a casa dopo una serata in discoteca, all'Orsa Maggiore. Simone Combi era figlio di un ex agente di Polizia locale. Non si sa ancora chi fosse alla guida, ma sembra verosimile che il conducente dell'utilitaria abbia affrontato una curva ad una velocità eccessiva. La macchina si è schiantata contro il guardrail in cemento e poi si è cappottata più volte come una trottola impazzita. Per soccorrere i tre ragazzi sono subito intervenuti i sanitari dell'automedica di Areu con i volontari della Croce rossa di Lecco. Dalla base di Villa Guardia sono decollati pure i soccorritori dell'eliambulanza di Como.

I vigili del fuoco del comando provincia di Lecco hanno dovuto farsi largo tra i rottami con divaricatori e cesoie pneumatiche per aprire un varco da cui estrarre i tre. Per Simone e Nicholas appunto non c'è stato nulla da fare, per Alessio si spera ancora. La strada del lungolago è rimasta chiusa per diverse ore per consentire ai soccorritori di svolgere il loro lavoro e agli operatori delle forze dell'ordine di svolgere i rilievi dell'incidente prima di consentire la rimozione dei rottami, che sono stati sequestrati.

Questa sera, all’oratorio di Cremona, alle 21, ci sarà una fiaccolata per ricordare i due cugini che hanno perso la vita. Mentre, lunedì 5 febbraio, alle 14.30, saranno celebrati i funerali, sempre a Cremeno.