Le prossime tappe e quando potrebbe finire la camagna
Le prossime tappe e quando potrebbe finire la camagna

Milano – Vaccini anti Covid: prenotazioni aperte a tutti dal 10 giugno, senza distinzione di fascia d'età? “Oggi di fatto tutte le Regioni stanno correndo. Il problema non sono le fasce d'età in questo momento, ma l'adesione alla campagna vaccinale: abbiamo ancora una resistenza soprattutto in certe fasce d'età” ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, a Radio Anchìio su Radio Uno Rai. “C'è una piccola parte molto limitata di no vax - ha osservato - altre invece sono persone che hanno paura e hanno bisogno di rassicurazione. C'è stata comunicazione molto caotica sui vaccini, pensiamo a cosa è successo su AstraZeneca. Dobbiamo rassicurare e dire alle persone che si devono affidare alle evidenze scientifiche e non all'emotività”.

Lo stesso commissario straordinario Francesco Figliuolo aveva sottolineato la necessità di andare a intercettare chi, nelle categorie più a rischio, non si è ancora vaccinato: “Con l'afflusso dei vaccini di questi giorni e di giugno potremo andare in parallelo, ma non bisogna mollare la presa sulle categorie dei fragili, e delle classi di età più anziane, che termineremo a fine giugno”. “Stiamo vaccinando con un ritmo buono – ha aggiunto -. E' chiaro che dobbiamo andare a intercettare le persone delle classi piu' a rischio che non sono ancora vaccinate. E' un lavoro che si sta cercando di fare insieme alle Regioni che stanno chiamando le persone". La ministra degli Affari regionali, Mariastella Gelmini a proposito dell'ipotesi che dal 10 giugno saranno abolite le fasce d'età per i vaccini ha spiegato: "Il piano vaccini sta funzionando: siamo passati da 150-180 mila inoculazione al giorno a 500mila perché con il generale Figliuolo e con il governo si è fatta la scelta di individuare in maniera rigorosa le categorie di priorità. Credo che al momento sia importante portare avanti questa impostazione", ha aggiunto 

In Lombardia, di fatto, già dal 2 giugno le prenotazioni saranno aperte a tutte le fasce. Nelle scorse ore il portale di prenotazione è stato aperto ai trentenni. In poche ore “oltre 221mila 30enni hanno aderito alla campagna vaccinale” ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia Letizia Moratti. “Le adesioni (5,5 milioni) intanto continuano a crescere per tutte le fasce d'età, con i 40enni che arrivano al 65%, 78% per i 50enni, sfiorano il 90% gli over 60. L'88% degli over 80 immunizzato con prima e seconda dose" ha spiegato. Tra pochi giorni, mercoledì 2 giugno, scatterà l'apertura anche per i giovanissimi, di età compresa tra i 16 e i 29 anni. A quel punto la campagna vaccinale sarà quindi aperta a tutta la popolazione lombarda.

E nelle altre regioni? In tutta Italia si sta andando verso la vaccinazione delle fasce più giovani, anche se con ritmi diversi. er quanto concerne i giovanissimi ad esempio, in Alto Adige tutti i cittadini che hanno compiuto i 18 anni potranno prenotarsi per la vaccinazione, dunque senza limiti specifici alle fasce di età maggiorenni. In Sicilia è partita negli scorsi giorni l'immunizzazione dei ragazzi che affronteranno l'esame di maturità.