Tangenziale, sconto per i pendolari
Tangenziale, sconto per i pendolari

Milano, 25 maggio 2019 - Uno sconto sui pedaggi delle tangenziali che servono Milano riservato ai pendolari su quattro ruote, a chi tutti i giorni si sposta con la propria auto. Un’agevolazione che Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, aveva annunciato poco più di un anno fa, per l’esattezza il 10 aprile del 2018, in occasione della presentazione del suo progamma di governo davanti al Consiglio regionale. Una misura che ieri è stata approvata dal Consiglio di amministrazione della società autostradale “Milano Serravalle” proprio su input di Palazzo Lombardia. A partire da settembre sarà quindi assicurato uno sconto mensile del 25% a quei pendolari che utilizzano le tangenziali milanesi e che effettueranno almeno 20 passaggi al mese alle barriere di Vimercate, Sesto San Giovanni e Terrazzano. Il conto dei passaggi sarà tenuto attraverso il Telepass. Chi non ne è munito non potrà ottenere la decurtazione.

«I temi riguardanti la mobilità e il trasporto dei cittadini – spiega il governatore lombardo – sono per noi prioritari. Ci siamo concentrati in particolare sul miglioramento del servizio ferroviario, ma non abbiamo dimenticato gli spostamenti di moltissimi cittadini che utilizzano l’auto per raggiungere il posto di lavoro e per lavorare. Quello di oggi (ieri ndr) è un risultato che va nella direzione che ci siamo proposti».

Quindi ecco Claudia Terzi, assessore regionale ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile: «I pendolari lombardi potranno beneficiare di uno sconto davvero significativo con una misura reale a favore di chi lavora. L’intesa con la società Milano-Serravalle ha consentito di raggiungere questo obiettivo importante per i lombardi. Abbiamo messo in campo una proposta sostenibile finanziariamente e in grado di venire incontro alle esigenze di chi si sposta quotidianamente per motivi di lavoro. Gli sconti, inoltre, potranno avere anche l’effetto di ridurre il traffico sulla viabilità ordinaria dei Comuni limitrofi alle barriere, con effetti positivi per la vivibilità del territorio e la sicurezza stradale».

Critico Pietro Bussolati, consigliere regionale del Pd, che nota: «Dalla Regione sconti con l’elastico in vista delle elezioni. La Giunta di Attilio Fontana non fa altro che reintrodurre tariffe già previste dal 2009 al 2017 e che non escludono rincari su altre tratte da parte del concessionario e, non pesando sui gestori autostradali che hanno contratti blindati con lo Stato, per compensazione vanno poi a gravare sulle tariffe degli utenti non agevolati. Niente di nuovo – conclude Bussolati – dunque ma a tre giorni dal voto il solito sconto elettorale con l’elastico».

giambattista.anastasio@ilgiorno.net