Piazza Duomo a Milano
Piazza Duomo a Milano

Milano, 24 giugno 2020 - La decisione è stata presa. L'obbligo di indossare la mascherina (o comunque di coprire bocca e naso) all'esterno resta in vigore in Lombardia (almeno) fino al 14 luglio. La misura era scattata in piena emergenza sanitaria Covid: il 4 aprile il governatore Attilio Fontana aveva infatti firmato la prima ordinanza che prevedeva l'obbligo uscendo dalla propria abitazione di coprire naso e bocca "per proteggere se stessi e gli altri". La misura è entrata in vigore, il 5 aprile, e da quel giorno i lombardi hanno iniziato la loro convivenza con il dispositivo.

Per l'assessore al Welfare Giulio Gallera: "Il virus c'è. Sarà diverso, sarà inferiore, ma c'è. Non dobbiamo abbandonare l'idea che la nostra normalità deve essere una normalità diversa. La mascherina che oggi è un sacrificio serve anche a questo. Vedremo se a metà luglio si potrà magari abbandonare temporaneamente, ma io penso che ognuno di noi deve comunque essere diligente nel capire che la riduzione della diffusione del virus dipende anche da un atteggiamento personale".

Gallera ha quindi aggiunto: "Io penso che salvo una situazione molto tranquilla e persistente, avere ancora una soglia di attenzione sarà ancora auspicabile. Valuteremo con i nostri esperti, il fatto di avere le mascherine, di stare a distanza, anche sui mezzi pubblici, ricordando che a settembre ripartiranno le scuole anche se solo in una situazione speriamo di minor recrudescenza. Gli esperti ci porteranno a fare una valutazione e vedremo anche i dati che ci sono a settembre" ha aggiunto.