Devastante incendio a Concorezzo: l’allarme, i danni e le cause del rogo. Cosa sappiamo per ora

Nessun ferito e nessun intossicato, indagini sulle fiamme divampate stanotte in via Primo Maggio. Finestre chiuse per precauzione nel raggio di 500 metri

Concorezzo (Monza), 16 febbraio 2024 - Tre capannoni devastati dalle fiamme, due gestiti da cinesi, uno vende materiali per computer, l'altro attrezzature per ristoranti, e un'autofficina. Nessun ferito e nessun intossicato, ma nel grosso incendio divampato nella notte in via Primo Maggio a Concorezzo “è coinvolto anche il nastrificio Valera Lissoni, lì accanto – spiega il sindaco Mauro Capitanio, sul posto -. L'azienda non è stata toccata direttamente dalle fiamme, ma i vigili del fuoco sono dovuti entrare con gli idranti per verificare che fosse agibile”.

“Sono bruciate soprattutto carta e plastica – aggiunge il primo cittadino – ma le prime verifiche di Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) non hanno rilevato sostanze tossiche nell'aria. Una centralina è stata piazzata in via Ozanam, domani ci saranno i risultati. Per precauzione è meglio tenere le finestre chiuse nel raggio di 500 metri”. Si indaga sulle cause del rogo e per stabilire dove sia stato l'epicentro, al momento non è chiaro, l'ipotesi è che si sia trattato di un incidente. Le autobotti sono ancora al lavoro, una sessantina gli uomini in campo.