Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
20 mag 2022
20 mag 2022

Frana in Val Vigezzo, strada e ferrovia bloccate ancora per una settimana

Disagi per frontalieri e turisti. Si lavorerà giorno e notte: "Otto-nove giorni per ripristinare la circolazione su una delle due corsie"

20 mag 2022
featured image
La linea vigezzina Domodossola-Locarno
featured image
La linea vigezzina Domodossola-Locarno

Si lavorerà giorno e notte per ripristinare la Statale 337 della Val Vigezzo, dopo la frana che ha interessato la strada e la linea ferroviaria della Vigezzina che uniscono Ossola e Canton Ticino. Lo smottamento è avvenuto nella zona di confine a Ponte Ribellasca e ha costretto i tecnici della Vigezzina, il treno che collega Domodossola a Locarno, a interrompere la circolazione. Lo stesso ha fatto Anas. Sui tempi dei lavori si è espresso il sindaco di Re Massimo Patritti: "8-9 giorni solo per ripristinare la circolazione su una delle due corsie”, le sue parole a Radio Ticino. “L'impresa è intervenuta da subito e lavorerà 24 ore su 24. I tempi non sono certi. Nei prossimi giorni saremo in grado di dare informazioni più sicure. La statale è franta proprio in un punto dove si stava andando a consolidare la sede stradale”. 

In merito ai treni, il collegamento internazionale è stato interrotto tra Camedo e Re a causa del cedimento di un muro di sostegno sovrastante la linea ferroviaria. Anche per la giornata di oggi il trasporto sarà effettuato con bus sostitutivi via lago: tre partenze da Locarno alle  7.48, 14.48 e 16.48, da Domodossola alle 10.25, 17.25 e 19. Tra Locarno e Camedo i treni regionali circolano regolarmente. Tra Domodossola e Re i treni circolano secondo orario. Frontalieri e turisti, per raggiungere Domodossola via strada, dovranno ora utilizzare la statale della Valle Cannobina. La statale 337, tra il chilometro 28e 450 sarà chiusa al traffico “per lavori di consolidamento del corpo stradale, per cause impreviste ed imprevedibili. Si sono verificati dei dissesti che hanno determinato il cedimento del piano viabile e delle relative opere di sostegno”, si legge nell’ordinanza. “La chiusura interesserà tutti gli utenti. Si potrà utilizzare come percorso alternativo, dalla/verso la Svizzera, la S.S. 631 "della Valle Cannobina" che collega la S.S. 337 "della Val Vigezzo" (comune di Malesco km. 18+700) alla S.s. 34 "del lago Maggiore (comune di Cannobio km 34+050). Si rammenta che su tale statale vige un limite di massa di 24 tonnellate”

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?