Quotidiano Nazionale logo
9 mag 2022

Covid, ricadute dopo il Paxlovid: casi sotto osservazione negli Usa

Il virus riprende forza dopo che i pazienti hanno concluso il ciclo di 5 giorni previsto per l'antivirale Pfizer

An undated handout photo made available by Pfizer Inc. shows Paxlovid, a Pfizer's coronavirus disease (COVID-19) pill, being manufactured in Freiburg, Germany (issued 15 December 2021). ANSA/PFIZER INC. HANDOUT -- MANDATORY CREDIT-- HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES
Pillole Paxlovid prodotte da Pfizer

Non sono ancora quantificabili statisticamente ma sono sotto osservazione alcuni casi di ricadute nel Covid di pazienti che hanno preso Paxlovid, l'antivirale della Pfizer. Sscienziati della Food and drug administration (Fda) Usa, dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) e della stessa azienda produttrice hanno iniziato ad indagare le cause e la frequenza della ripresa della malattia.

Secondo la Pfizer, si tratterebbe di casi rari che rispecchiano la stessa frequenza di ricadute osservata nei trial in pazienti che avevano preso un placebo. Tuttavia le segnalazioni sono in aumento: la Fda ha voluto sottolineare che i rapporti di una riattivazione virale negli stessi pazienti che dopo la malattia erano risultati negativi "non cambiano le conclusioni raggiunte nei trial sugli effetti di Paxlovid, che continua a dimostrare una riduzione significativa nei ricoveri e nei decessi" dei malati che assumono l'antivirale.

Vari pazienti hanno reso noto che alcuni giorni dopo aver concluso il ciclo di 5 giorni di Paxlovid, il Covid ha ripreso forza e loro sono tornati ad essere positivi al Sars Cov2 nei test molecolari.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?