L'andamento dei nuovi casi nel grafico Gimbe
L'andamento dei nuovi casi nel grafico Gimbe

I nuovi casi di positività al Coronavirus sono in aumento da alcuni giorni in Italia. Focolai scoppiano in diverse regioni. La variante Delta si diffonde a macchia d'olio nel mondo creando allarme. Per il momento, però, nei paesi in cui la campagna vaccinale è più avanti i ricoveri e le terapie intensive non sono sotto pressione e, in particolare, i casi gravi si registrano soprattutto fra chi non è vaccinato. Per questo c'è molta attenzione verso i giovani che, senza distanziamento e mascherine, possono favorire la circolazione del virus.

La situazione in Italia

Sono 1.391 i positivi al test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.400. Sono invece 7 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 12.  Sono 161 i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia: lo stesso numero di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 6 (stessa cifra di ieri). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.134, in calo di 13 unità rispetto a ieri. Sono 143.332 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 208.419. Il tasso di positività è dello 0,97%, in aumento rispetto allo 0,67% di ieri.

In Lombardia

IN AGGIORNAMENTO: Con 26.712 tamponi effettuati, sono 250 i nuovi casi da covid-19 registrati in Lombardia, con il tasso di positività in crescita allo 0.9% (ieri 0.6%). Sono stabili i ricoverati in terapia intensiva (37) mentre crescono quelli negli altri reparti (+3, 124). C'è un nuovo decesso per un totale di 33.799 morti in regione dall'inizio della pandemia. Gli attuali positivi sono 8.076, con un decremento di 384, i guariti 801.680 con un incremento di 633.

Marche

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 39 nuovi casi di 'Covid-19', il 3,5% rispetto ai 1.109 tamponi, molecolari e antigenici, processati all'interno del percorso per le nuove diagnosi. Il rapporto positivi-test e' cresciuto rispetto al giorno precedente, quando era stato del 2,8%, con 35 casi su 1.253 tamponi. Il totale dei positivi individuati dall'inizio della crisi e' salito a 104.017. Gli ultimi casi sono stati individuati 5 nella provincia di Macerata, 10 nella provincia di Ancona, 9 in quella di Pesaro-Urbino, 2 nel Fermano, 12 nel Piceno e 1 fuori regione. Questi casi comprendono 7 soggetti sintomatici, 13 contatti in ambiente domestico, 11 contatti stretti con positivi, 2 contatti rilevati in ambienti di lavoro e 1 con provenienza extra-regione; 5 casi sono in fase di approfondimento epidemiologico.

Veneto

Nessun decesso registrato. Sono 125 i nuovi contagi Covid in Veneto scoperti nelle ultime 24 ore, per un numero totale di 426.413 infetti dall'inizio dell'epidemia. Si registra anche un nuovo decesso, che porta il numero complessivo delle vittime a 11.621. Lo riferisce il bollettino della Regione. Risalgono i dati delle terapie intensive, 16, con 2 ricoveri in più rispetto a ieri, Stabile, 229, il numero dei malati Covid nelle normali aree mediche. Quanto alla campagna vaccinale, sono state 42.904 le dosi somministrate ieri in regione, per un totale di 4.618.482 dall'inizio delle inoculazioni, il 90% di quelle ricevute.

Basilicata

In Basilicata nelle ultime 24 ore sono stati processati 339 tamponi molecolari per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 5 sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono state registrate 24 guarigioni. Lo fa sapere la task force regionale. Non si registra nessun decesso. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane rimangono 13.

Toscana

In Toscana sono 87 i nuovi casi Covid (85 confermati con tampone molecolare e 2 da test rapido antigenico), che portano a 244.948 il totale dall'inizio da pandemia da coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,04% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,05% e raggiungono quota 236.558 (96,6% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 5.050 tamponi molecolari e 1.915 tamponi antigenici rapidi, di questi l'1,2% è risultato positivo. Sono invece 4.662 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui l'1,9% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 1.501, -1,8% rispetto a ieri. I ricoverati sono 81 (4 in meno rispetto a ieri), di cui 15 in terapia intensiva (1 in meno). Oggi si registra 1 nuovo decesso: un uomo di 66 anni.  Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.  L'età media dei 87 nuovi positivi odierni è di 35 anni circa (26% ha meno di 20 anni, 31% tra 20 e 39 anni, 39% tra 40 e 59 anni, 2% tra 60 e 79 anni, 2% ha 80 anni o più).

Puglia

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha reso noto che oggi domenica 11 luglio in Puglia, sono stati registrati 4.011 test per l'infezione da  Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 34 casi positivi: 7 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 1 nella provincia BAT, 9 in provincia di Foggia, 11 in provincia di Lecce, 1 in provincia di Taranto, 2 casi di provincia di residenza non nota. Non sono stati registrati decessi. 

Emilia Romagna

L'eta' media dei nuovi positivi di oggi e' 32,3 anni. Sui 20 asintomatici, 12 sono stati individuati grazie all'attivita' di contact tracing, altri 2 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 1 tramite screening sierologico. Per altri 5 casi e' ancora in corso l'indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 20 nuovi casi, seguita da Reggio Emilia (14) e Piacenza (13). Poi vengono Bologna (11), Ravenna (8), Ferrara (7), Parma e Forli', entrambe con 6 nuovi casi. Infine Cesena (4), Rimini (3)e il Circondario Imolese con 1 solo caso. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all'andamento dell'epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 4.704 tamponi molecolari, per un totale di 5.070.822. A questi si aggiungono anche 7.290 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 80 in piu' rispetto a ieri e raggiungono quota 372.122. I casi attivi, cioe' i malati effettivi, a oggi sono 2.227 (+13 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.064 (+16), il 92,6% del totale dei casi attivi. Non si registra alcun decesso. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 13 (stesso numero di ieri), 150 quelli negli altri reparti Covid (-3).

Alto Adige

In Alto Adige sono 11 i nuovi casi di Covid-19 su 1.646 tamponi processati nella giornata di ieri. Dopo un mese si aggiorna il numero dei decessi che sale di una vittima per un dato complessivo di 1.181 dal marzo 2020. Le nuove positivita' sono 9 su 374 tamponi molecolari esaminati e 2 su 1.272 test antigenici effettuati. Su 225.122 persone sottoposte ad un tampone molecolare, 48.737 sono risultate positive. I guariti totali sono 73.695. Le persone trovate positive ad un test antigenico sono 26.247. I pazienti 
covid ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 7 e quelli in terapia intensiva 2. 

Sardegna

Sono 57.529 i casi di positivita' al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unita' di crisi regionale sono stati riportati 52 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.414.001 tamponi, per un incremento complessivo di 1.775 test rispetto al dato precedente. Non si registrano nuovi decessi (1.492 in totale). I ricoveri ospedalieri: 38 pazienti in area medica (+2 rispetto al report precedente) e uno in terapia intensiva. Attualmente in Sardegna sono 2.403 le persone in isolamento domiciliare e 53.595 (+8) i guariti. Sul territorio, dei 57.529 casi positivi complessivamente accertati, 15.135 (+31) sono stati rilevati nella Citta' Metropolitana di Cagliari, 8.726 (+2) nel Sud Sardegna, 5.186 a Oristano, 10.967 a Nuoro, 17.501 (+19) a Sassari.

Friuli Venezia Giulia

"Oggi in Friuli Venezia Giulia su 1.405 tamponi molecolari sono stati rilevati 5 nuovi contagi con una percentuale di positività dello 0,36%. Sono inoltre 1.421 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali è stato rilevato 1 caso (0,07%). Nella giornata odierna non si registrano decessi; una persona è ricoverata in terapia intensiva, mentre i pazienti in altri reparti sono 4". Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. "I decessi- continua- complessivamente ammontano a 3.789, con la seguente suddivisione territoriale: 813 a Trieste, 2.012 a Udine, 671 a Pordenone e 293 a Gorizia. I totalmente guariti sono 103.086, i clinicamente guariti 8, mentre quelli in isolamento scendono a 208. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.096 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.194 a Trieste, 50.374 a Udine, 21.083 a Pordenone, 13.059 a Gorizia e 1.386 da fuori regione". "Non si registrano positività tra il personale del Sistema sanitario regionale né tra gli ospiti e gli operatori delle strutture residenziali per anziani né tra i rientranti dall'estero", conclude.

Lazio

Oggi su oltre 6mila tamponi nel Lazio (-1406) e oltre 14mila antigenici per un totale di oltre 20mila test, si registrano 164 nuovi casi positivi (-12), 1 decesso (-2), i ricoverati sono 128 (-3), le terapie intensive sono 25 (-1), i guariti sono 109. Il rapporto tra positivi e tamponi e' al 2,5% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende allo 0,7%. I casi a Roma citta' sono a quota 122. Lo rende noto l'assessore regionale alla Sanita' Alessio D'Amato, che sottolinea: "Mantenere alta l'attenzione, usare la mascherina quando non e' garantito il distanziamento, vaccinarsi, soprattutto la fascia dei piu' giovani, prima di andare in vacanza". 

Piemonte

Sono 47 i nuovi casi positivi al Covid comunicati oggi dall'Unità di crisi della Regione Piemonte, con un tasso dello 0,5% rispetto ai 9.408 tamponi diagnostici processati (6.315 antigenici). La quota di asintomatici è del 51,1%. I ricoverati in terapia intensiva sono 4 (+1 rispetto a ieri), negli altri reparti 63 (-1). Anche oggi non è stato registrato alcun decesso Le persone in isolamento domiciliare sono 676, ci sono altri 15 guariti.

Il Covid nel mondo

In Cina

In Cina continentale ieri sono stati segnalati 24 nuovi casi di Covid-19, di cui 12 importati e i restanti trasmessi a livello locale. Lo ha reso noto oggi la Commissione Sanitaria Nazionale nel consueto bollettino quotidiano. Tra i casi importati, 4 sono stati riportati nello Yunnan, 3 a Shanghai, 2 nel Sichuan e uno ciascuno nel Guangdong, nel Guangxi e nello Shaanxi. I 12 contagi a livello locale sono stati invece riportati nello Yunnan. A Shanghai è stato inoltre segnalato un caso sospetto importato, mentre in Cina continentale non vi sono stati ulteriori decessi correlati alla malattia. Alla fine di ieri il totale dei casi importati nella Cina continentale ammontava a 6.797, tra i quali 6.386 dimessi dagli istituti in cui erano in cura dopo essersi ripresi e 411 pazienti tuttora ricoverati. Non sono stati segnalati decessi tra i casi importati. Il totale dei contagi confermati in Cina continentale al 10 luglio ha raggiunto quota 92.039, con 466 pazienti ancora in terapia, 3 dei quali in condizioni gravi. Nel complesso i dimessi a seguito di guarigione in Cina continentale sono 86.937, con il numero dei decessi causati dal nuovo Coronavirus fermo a 4.636. Ieri vi è stata inoltre la segnalazione di 3 casi sospetti in Cina continentale, mentre sono emersi 17 casi asintomatici, di cui uno nello Shaanxi trasmesso a livello locale. Alla data di ieri il totale degli asintomatici sotto osservazione medica era pari a 475, di cui 467 importati.

Australia

La premier del Nuovo Galles del Sud, Gladys Berejiklian, ha avvertito che le restrizioni resteranno severe fino a quando non ci sara' un drastico cambiamento nei numeri. Nelle ultime 24 ore nello Stato sud-orientale australiano ci sono stati 77 casi di 
Covid e le previsioni ne indicano oltre 100 per lunedi'; dall'inizio della nuova impennata di contagi a meta' giugno, Sydney ne ha registrati 566, un numero relativamente basso rispetto ad altre grandi citta' mondiali ma le autorita' australiane hanno adottato un approccio di zero tolleranza per contrastare la diffusione del coronavirus. Finora il Paese ha conosciuto poco piu' di 31 mila casi e 911 morti su una popolazione di 25 milioni di abitanti. Solo il 10% degli australiani si e' vaccinato e il governo ha lanciato una nuova campagna pubblicitaria per incoraggiare le persone a immunizzarsi.

Usa

Cresce l'allarme per la variante Delta negli Stati Uniti dove per il quarto giorno di fila è stata superata la soglia dei 20.000 nuovi casi di contagio da coronavirus, andamento che non accadeva dal mese del maggio scorso. Rochelle Walensky, massima responsabile dei Cdc, l'autorità sanitaria Usa, ha spiegato quindi come oltre 9 milioni di americani vivano in contee dove i casi stanno aumentando e dove il tasso di vaccinazione è inferiore al 40%. È proprio qui, ha aggiunto, che si sta maggiormente sviluppando la variante Delta Nel complesso il 47,8% della popolazione americana è completamente vaccinata e oltre 20 Stati Usa hanno vaccinato oltre la metà dei propri residenti. 

Spagna

La trasmissione di Covid-19 tra i giovani in Spagna è raddoppiata in una settimana, e oggi ha raggiunto una incidenza di 1.047 casi nel gruppo dai 20 ai 29 anni e 891 nel gruppo dai 12 ai 19 anni ogni 100 mila abitanti. Lo riporta l'agenzia Efe. In questo stesso periodo, e per effetto di questo aumento, l'incidenza media nazionale è salita di 163 punti fino a 316,1 casi ogni 100.000 abitanti in 14 giorni, secondo il ministero della Salute, che oggi ha notificato 21.879 nuovi positivi in 24 ore. Con queste cifre, la 
Spagna resta a rischio estremo di trasmissione del coronavirus (più di 250 casi ogni 100.000 abitanti in 14 giorni) e sono già otto le comunità in questa situazione, dopo l'aumento dell'indicatore della circolazione del virus in Aragona, Isole Baleari e Cantabria, che si aggiungono alle Asturie, Castilla y León, Catalogna, Comunità Valenciana e Navarra. L'occupazione delle terapie intensive per pazienti 
covid continua a non seguire l'aumento dei contagi in questa nuova ondata. Le comunità hanno riportato oggi una pressione del 6,8% nelle unità di terapia intensiva (6,3% venerdì scorso) e del 2,6% in reparto. Nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 6 decessi, un dato simile a quello di un anno fa, portando i morti a 81.003 e i contagi a 3.937.192 dall'inizio della pandemia.

Francia

In Francia continuano a crescere i nuovi casi di Covid: nelle ultime 24 ore sono stati 4.696 a fronte dei 4.580 di venerdi' e dei 3.006 registrati sabato scorso. Lo rende noto il ministero della Salute. Tuttavia, il numero di pazienti ricoverati continua a calare: sono 7.183, mentre erano 7.275 venerdi' e 7.912 sabato scorso. Anche nelle terapie intensive prosegue il calo progressivo dei pazienti: attualmente sono 947, mentre venerdi' erano 953. A fine aprile, nel picco dell'ultima ondata, erano 6.000 le persone in rianimazione. Mercoledi' scorso sono scese sotto quota mille. I morti nelle ultime 24 ore sono stati 19 e hanno portato il numero totale a 111.350. La campagna vaccinale intanto va avanti: a oggi hanno ricevuto almeno una dose 35.722.248 persone (il 53% della popolazione), mentre quelle completamente vaccinate sono invece 27.255.605 (il 40,4% della popolazione).

Inghilterra

Restano oltre quota 30.000 (32.367 per l'esattezza) i casi giornalieri da Covid nel Regno Unito, alimentati ormai sull'isola al 99% dalla variante Delta importata dall'India, su 1,1 milione di test. Lo certificano i dati ufficiali di oggi diffusi alla vigilia della finale degli Europei di calcio fra Italia e Inghilterra a Wembley, dove domani affluiranno circa 67.000 spettatori. Ma sono oltre 3000 contagi in meno da ieri, mentre l'effetto attribuito ai vaccini (con 80,3 milioni di dosi somministrate) mantiene a livelli più bassi l'incremento dei ricoveri e soprattutto quello dei morti: non superiori a 34 nelle ultime 24 ore.