Un pallone da calcio
Un pallone da calcio

Cremona, 1 gennaio 2020 - La Cremonese tornerà in campo martedì 14 gennaio (alle 18) per sfidare la Lazio in Coppa Italia e riprenderà il suo cammino in serie B sabato 18 per ospitare allo “Zini” il Venezia per la prima giornata di ritorno. La squadra grigiorossa, che ha chiuso l’andata in piena zona playout, tornerà ad allenarsi martedì 7 al Centro Arvedi con il preciso obiettivo di cambiare radicalmente passo nel nuovo anno e di abbandonare al più presto le scomode posizioni nelle quali si è venuta a trovare in modo del tutto sorprendente.

In queste ore, nonostante i festeggiamenti per l’inizio del 2020, in casa grigiorossa si sta riflettendo sulla posizione di Marco Baroni. Per il momento non sono state diffuse comunicazioni ufficiali e l’impressione è quella che il tecnico toscano sarà regolarmente al suo posto alla ripresa dell’attività, ma il suo ruolino di marcia, inferiore rispetto a quello del suo predecessore, Massimo Rastelli, potrebbe aprire la strada a nuove scelte da parte della dirigenza di via Postumia. Riflessioni che stanno riguardando pure l’identità e il gioco di una squadra che non ha ancora individuato la strada giusta e continua a segnare con il contagocce tanto da detenere il poco lusinghiero primato di essere l’attacco meno prolifico della serie B insieme al Livorno fanalino di coda. Come se non bastasse, in un organico allestito con importanti ambizioni ci sono diversi giocatori che non stanno certo rendendo secondo le aspettative e altri elementi che sembrano essersi persi per strada (oltre al “solito” capitolo degli attaccanti si vedano i vari Mogos, Arini, Castagnetti e Deli). Il tutto per una situazione assai delicata, anche perché l’attuale Cremonese non sembra avere lo spirito della squadra che deve lottare per non retrocedere e quindi sta facendo fatica sia a calarsi in questa nuova dimensione che a trovare la forza per uscirne una volta per tutte come i tifosi aspettano ormai da troppe settimane.

E’ stato ribadito più volte che per risolvere tutto questo e “per riuscire a metterla dentro”, come ha sottolineato a più riprese lo stesso mister Baroni, il primo rimedio è il lavoro. Nello stesso tempo, però, oltre a contare sulla voglia di rivincita di tutto il gruppo sin dai primi impegni del nuovo anno, qualche novità potrebbe giungere dal mercato. In effetti cambiamenti potrebbero essere in vista sia in entrata che in uscita, dove si continua a parlare del possibile addio anticipato di Ciofani, che sembra avere perso lo smalto dei tempi di Frosinone. Per quel che riguarda i possibili inserimenti negli ultimi giorni si è parlato con una certa insistenza di un attaccante e radio-mercato avrebbe accostato, tra le altre, la Cremonese a Donnarumma che sembra sul punto di lasciare il Brescia. Un arrivo che rappresenterebbe un nuovo colpo di grande effetto in un reparto che già può contare su elementi come Ceravolo e Palombi, senza dimenticare i vari Piccolo, Soddimo e il già citato Ciofani. Saranno comunque i prossimi giorni a definire le vie sempre misteriose e sorprendenti del mercato invernale.