I rilievi sul posto sono iniziati nel tardo pomeriggio e sono proseguiti fino a notte
I rilievi sul posto sono iniziati nel tardo pomeriggio e sono proseguiti fino a notte

Crema, 3 agosto 2020 - Una donna di 60 anni trovata morta, uccisa da alcune coltellate all’interno di un ufficio dismesso dell’ex Ferriera, in una strada laterale di viale Santa Maria. Il resto è un giallo ancora tutto da chiarire, a cominciare dall’autopsia che sarà eseguita stamattina a Pavia. Le indagini della Procura di Cremona, condotte dalla squadra mobile della polizia, hanno ricostruito la scena del ritrovamento, a cominciare dall’identità della vittima. Si tratta di una donna di Orzinuovi di 60 anni senza fissa dimora che probabilmente passava le sue notti negli uffici dismessi dell’ex Ferriera. A dare l’allarme è stato uno straniero che, intorno alle 19 di sabato, è andato nello stesso abitato per trascorrere la notte.

L’uomo si è trovato davanti una scena raccapricciante: la donna morta con il sangue intorno e un lungo coltello ai suoi piedi. Con freddezza e con coscienza lo straniero, anziché andarsene, ha chiamato le forze dell’ordine e le ha attese. Sul posto sono arrivati polizia e carabinieri. Subito era chiaro che la donna fosse morta ed è stata chiamata la medico legale che ha eseguito una lunga analisi sul cadavere. La vittima aveva evidenti segni di coltellate, almeno mezza dozzina e il cadavere aveva del sangue intorno. La morte, secondo i primi accertamenti, risalirebbe ad alcune ore prima, visto lo stato di coagulazione del sangue. Tuttavia, la medico legale, d’accordo con il magistrato Milde Milli, ha fatto inviare il cadavere a Pavia dove sarà eseguita l’autopsia.

L’indagine sul luogo del ritrovamento del cadavere è andata avanti tutta notte, fino alle tre del mattino, tanto che è stato necessario chiedere l’intervento dei vigili del fuoco per illuminare il luogo del ritrovamento. In merito alle cause che hanno provocato la morte della sessantenne, non è possibile escludere nessuna ipotesi. L’autopsia dovrebbe accertare che la donna è morta a causa di una coltellata che ha reciso un’arteria provocando un’emorragia interna che ha portato al decesso. E forse potrà anche svelare se quelle coltellate sono state autoinferte oppure portate da una seconda persona. Peraltro saranno cercati eventuali segni di violenza che potrebbero orientare verso un’ipotesi per chiarire i contorni di quello che attualmente sembre un vero giallo. Al momento il nome della vittima non è stato rivelato.