Crema, studente multato perché timbra in ritardo il biglietto. “Il bus era troppo pieno, non ci arrivavo”

Il giovane ha fatto ricorso contro la sanzione. “Ma non so nemmeno se sia andato a buon fine, non ho nessuna ricevuta”

Controllori sul bus
Controllori sul bus

Crema (Cremona) – Multato per il mancato timbro del biglietto uno studente che fa ricorso perché l’obliteratrice era troppo lontana nel bus affollato. Ogni mattina il ragazzo prende l’autobus per coprire la distanza da casa a scuola. Lo studente 19enne dell’Istituto agrario di Santa Maria deve partire da Ombrino e attraversare la città. Come sempre, quando l’autobus arriva è già pieno e lui per prendere la corsa deve salire dalle porte centrali. Obliterare il biglietto è difficile, bisogna attraversare il bus strapieno.

Così il giovane e anche altri studenti per timbrare attendono che scendano un po’ di ragazzi. Succede alla fermata dell’ospedale, dove il ragazzo scende per permettere agli altri di fare altrettanto, risale sul bus e va a timbrare il biglietto. La mossa non sfugge ai controllori, che fermano il giovane e lo multano: 50 euro, perché ha viaggiato sin qui senza obliterare. Inutilmente lo studente spiega che non ci sarebbe mai arrivato all’obliteratrice quando è salito, i controllori non mollano.

"Ho fatto presente che se non avessi detto nulla o fossi sceso, tutto questo non sarebbe accaduto". Il giovane riferisce che anche altri sono stati multati: "Ho sentito che altri studenti sanzionati si sono lamentati del fatto che l’obliteratrice fosse senza inchiostro e il timbro non si vedesse. Ho perso molto tempo per avanzare il ricorso online e non ho nemmeno la certezza che sia andato a buon fine, perché non mi hanno rilasciato alcuna ricevuta. Ho telefonato ai numeri di assistenza indicati e chi mi ha risposto mi ha informato che devo attendere una mail di conferma. Spero di riceverla nei prossimi giorni perché l’importo della multa potrebbe anche aumentare".