Priorità la difesa delle donne. In prima linea team di poliziotte

Il Questore Eugenio Spina ha riferito che nel 2023 sono stati trattati 348 casi di violenza di genere con il "codice rosso", con 10 misure cautelari e 12 misure non custodiali. 140 istanze di ammonimento da parte delle vittime, con 27 provvedimenti emessi. Reati denunciati in calo. Boom di Daspo sportivi. Polizia formata ad hoc per agevolare le vittime a denunciare.

Priorità la difesa delle donne. In prima linea team di poliziotte
Priorità la difesa delle donne. In prima linea team di poliziotte

Circa un caso di violenza di genere al giorno trattato con il “codice rosso” - 348 nel 2023 - sfociati in 10 misure cautelari e 12 misure non custodiali. E poi 140 istanze di ammonimento da parte delle vittime, sempre più consapevoli dell’importanza della denuncia, concretizzate in 27 provvedimenti emessi quando nel 2022 erano stati 12. Sono alcuni numeri messi in fila ieri dal questore Eugenio Spina (foto) in occasione del consueto scambio di auguri con la stampa. Un anno impegnativo quello che volge al termine. Di certo sotto il profilo della pubblica sicurezza, zeppo di eventi e manifestazioni legate a Bergamo-Brescia Capitale della cultura, ma anche alle elezioni comunali e regionali, che hanno impegnato al massimo personale e funzionari della polizia di Stato. "Tutto si è svolto senza criticità - ha detto il questore, insediato l’11 novembre 2022 - Sono orgoglioso della mia squadra". Complice la riforma Cartabia, che ha ampliato i delitti procedibili solo a querela, i reati denunciati in via Botticelli nel 2023 hanno registrato una lieve flessione. Dai 4437 del ‘22 si è passati a 3857. Idem per persone denunciate e arrestate, scese rispettivamente dalle 21.661 e 382 del ‘22 alle 2020 e 327 nel ‘23. Boom invece per i Daspo sportivi, balzati dai 16 del ‘22 ai 119 di quest’anno (101 solo per i disordini dopo Brescia-Cosenza), mentre sono stabili Daspo willy e per droga, 37 nel ‘22 e quest’anno uno in meno. Tra i fronti più caldi, si diceva, ci sono di certo i reati contro le fasce deboli - 579 nel 2023 - di cui gran parte in “codice rosso”. Per agevolare le vittime a denunciare la questura conta su un team di poliziotte formate ad hoc. Altro fronte caldo è quello delle indagini per criminalizzata, ma anche il terrorismo.