Como, due cani finiscono in una scarpata e abbaiano disperati: i vigili del fuoco li salvano

I cani, senza guinzaglio, stavano inseguendo un animale selvatico sono finiti in una ripa profonda 6 metri e non riuscivano più a risalirla

I vigili del fuoco con i due cani salvati

I vigili del fuoco con i due cani salvati

Como, 17 febbraio 2024 – Sono corsi dietro ad un animale selvatico e sono finiti in una scarpata profonda sei metri. Fortunatamente non si sono fatti nulla, ma i due cani non riuscivano più a risalire la ripa né i loro padroni a raggiungerli per recuperarli. Ci hanno dovuto pensare i vigili del fuoco del comando provinciale di Como specialisti in interventi di soccorso speleo alpino fluviali.

I due cani, un simil barbone e un cane tipo bracco da caccia, stavano sgambettando liberi senza guinzaglio in mezzo ai boschi lungo la Passeggiata Voltiana a Camnago, quartiere di Como. Hanno visto o fiutato un animale selvatico e lo hanno rincorso, salvo cadere in un fossato di sei metri di dislivello, senza più riuscire a risalirlo.

Hanno continuato a guaire e abbaiare come per chiedere aiuto fino a quando non sono arrivati i vigili del fuoco: è come se avessero compreso che volevano solo aiutarli, perché si sono lasciati avvicinare e prendere senza nemmeno un ringhio. Una volta recuperati, i due cani sono stati riaffidati ai loro proprietari, che non avrebbero dovuto né potuto lasciarli liberi senza guinzaglio.