Luca Marinoni
Brescia Calcio

Brescia, adesso bisogna completare l'opera della salvezza. È già febbre Parma

La squadra di Gastaldello in questo momento sarebbe fuori dalla zona play out, ma rimangono ancora tre partite che devono confermare la risalita delle Rondinelle

Daniele Gastaldello

Daniele Gastaldello

Brescia, 3 maggio 2023 – Dopo essere stato a lungo prigioniero delle ultime tre posizioni che condannano alla retrocessione diretta, il Brescia è addirittura balzato fuori dalla zona play out grazie alle due vittorie consecutive con Reggina e Cosenza.

In effetti la classifica avulsa con Cittadella e Cosenza, appaiate a quota trentotto con le Rondinelle, sancisce che è proprio quella biancazzurra la squadra che in questo momento sarebbe salva senza disputare lo spareggio per evitare l’ultimo posto destinato alla serie C.

Il Campionato, purtroppo verrebbe da dire, non è però ancora finito e la formazione di mister Gastaldello deve mantenere questa situazione per le rimanenti tre giornate, che porteranno, nell’ordine, il Brescia a rendere visita al Parma, ad ospitare il Pisa e a concludere il torneo a Palermo.

Un bel tris di impegni senza dubbio per la compagine bresciana che, però, proprio nel momento decisivo della stagione sembra avere trovato una sua precisa identità. Un’identità che si basa su elementi cardine come Andrenacci, che ha conquistato il ruolo da titolare in porta, e su uno “zoccolo” duro che pone in evidenza Cistana, leader della difesa e non solo, e Bisoli, capitano coraggioso di mille battaglie, ma che sta trovando nuove certezze in un elemento che troppo spesso è stato relegato ai margini come Labojko. Se a questo aggiungiamo uno spirito di gruppo che pareva estraneo ai biancazzurri, si può capire perché il Brescia, a questo punto, abbia tutte le carte in regola per guardare con fiducia a questi ultimi 270’ di gioco.

Tre gare che prenderanno il via con il posticipo di domenica al “Tardini”, dove sono già previsti oltre 1.700 spettatori ospiti e dove mister Gastaldello ritroverà Rodriguez e Ndoj, al rientro della squalifica, mentre non dovrebbe riuscire ad inserire tra i convocati Olzer, Listkowski, Pace e Papetti che continuano a lavorare a parte. Non dovrebbero esserci problemi, infine, per Adryan, che con il Cosenza ha indirizzato la gara nel verso desiderato con il gol del vantaggio prima di uscire per un problema fisico.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su