Angelo Seneci con la navigatrice Sonia Cipriani e la Mini
Angelo Seneci con la navigatrice Sonia Cipriani e la Mini

Brescia, 25 gennaio 2019 - Cento equipaggi per un’avventura lunga 420 chilometri tra 11 passi dolomitici, 65 prove cronometrate e 6 prove di media. La Winter Marathon è partita con la prima tappa, in notturna, lungo la Val Rendena, mentre oggi i piloti affronteranno le strade e i passi più famosi del Trentino-Alto Adige con il suggestivo passaggio al tramonto sulle Dolomiti, prima del rientro, domani, a Madonna di Campiglio.

La trentunesima edizione della manifestazione, che ha a Brescia le sue radici (ad organizzarla, la società Vecar di Sarezzo), quest’anno è contraddistinta anche da un forte intento di inclusione sociale, condiviso con gli organizzatori della gara per coinvolgere ipovedenti e non vedenti e consentire loro di gareggiare al pari degli altri equipaggi, comparendo nella classifica generale. Nel Team UBI Banca, è presente l’equipaggio 32 con un navigatore non vedente della Scuderia Progetto M.I.T.E. Angelo Seneci sarà alla guida di una Innocenti Mini Cooper 1300 (1973) navigato da Sonia Cipriani.

«Il Progetto M.I.T.E. è portatore di un concreto messaggio di solidarietà ed integrazione – dichiara Gilberto Pozza, Presidente della Scuderia Progetto M.I.T.E. – fino a pochi anni fa era impensabile immaginare un non vedente al fianco di un pilota in una gara automobilistica, ma l’impegno di persone unite dalla passione per le auto e un grande cuore hanno dimostrato che insieme si può». La Winter Marathon, affermatasi ormai come il più importante evento internazionale invernale di regolarità per auto storiche, sarà quindi un banco di prova per promuovere le finalità del progetto. «Promuoviamo e sosteniamo le eccellenze che valorizzano il nostro Paese», commenta Stefano Kuhn, Direttore Macro Area Territoriale Brescia e Nord Est di UBI Banca. L’equipaggio primo classificato si aggiudicherà il Trofeo UBI Banca dedicato alla Winter Marathon 2019.