Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
6 giu 2021

Risse e accoltellamenti in serie: serate ad altissima tensione

Iseo, lite nata sui social sfocia in un confronto in piazza: due ragazzi di 18 e 20 anni in ospedale

6 giu 2021
beatrice raspa
Cronaca
La malamovida di questo primo scorcio di estate è stata più volte al cento di comitati per l’ordine
Malamovida tra i ragazzi
La malamovida di questo primo scorcio di estate è stata più volte al cento di comitati per l’ordine
Malamovida tra i ragazzi

Iseo (Brescia) - Serate ad alta tensione tra giovani nel fine settimana, a base di risse, litigi, accoltellamenti. Sabato sera l’allarme è scattato a Iseo e a Bedizzole, dove peraltro da qualche tempo i residenti lamentano l’imperversare di baby gang.

A Iseo una lite rimbalzata tra strada e social network ha avuto un epilogo di sangue con due ragazzi di 18 e 20 anni accoltellati, e finiti in ospedale. A Bedizzole invece nella centrale piazza Europa sono dovuti arrivare carabinieri e ambulanze per una zuffa tra stranieri, e per due – un ventenne e un 18enne – è scattata la denuncia per lesioni personali. Nel primo caso tutto è capitato alle 21,30 nell’ombelico della movida iseana, in via Canneto, zona di bar e locali presi d’assalto da adolescenti e ragazzi. Stando a quanto ricostruito dai carabinieri e da numerosi testimoni è scattato un parapiglia con insulti e spintoni tra alcuni ragazzi tra i 16 e i 20 anni, tutti di casa in Franciacorta. Sulla scena sono pure spuntati un paio di coltelli che hanno ferito alle spalle e alle braccia due di loro, condotti in prontosoccorso a Brescia e a Iseo in codice giallo. Gli autori dell’aggressione sono sono scappati a piedi e in auto, e i carabinieri della compagnia di Chiari sono già sulle loro tracce.

Un paio d’ore dopo, ecco che la situazione è degenerata nel centro di Bedizzole, dove si sono trovati un gruppo di albanesi di Calcinato, intervenuti per sfida in seguito a un affronto pregresso, e un gruppo di coetanei del Marocco che vivono in paese. Sono volati insulti, urla, spintoni e di nuovo sono dovuti intervenire le ambulanze e i carabinieri della compagnia di Desenzano, con conseguente fuggi-fuggi generale. A due giovani - un ventenne e un diciottenne - non è stata risparmiata una denuncia per lesioni, mentre tre di loro sono stati condotti in ospedale tra Desenzano e Gavardo in codice verde. La malamovida di questo primo scorcio di estate è stata più volte al cento di comitati per l’ordine e la sicurezza pubblica, e la prefettura ha disposto pattugliamenti speciali nel finesettimana nelle zone a più alto tasso di frequentazione, a Brescia, Desenzano e Salò.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?