Solo un pareggio per il Brescia
Solo un pareggio per il Brescia

Brescia, 27 febbraio 2021 - Si chiude con un pareggio che non accontenta nessuno il duello tra Entella e Brescia. La squadra di Clotet, capace di gestire la gara per oltre un’ora, deve recriminare ancora una volta per una buona opportunità sciupata visto che il pareggio della formazione di Chiavari è maturato solo a pochi minuti dal termine. I liguri, dal canto loro, con il solo punto raccolto non riescono a dare la svolta desiderata al loro pericolante cammino. La delicatissima sfida salvezza si apre con una prolungata fase di studio. Nessuna delle due contendenti vuole commettere l’errore che potrebbe spianare la strada alla rivale. Le prime a rendersi insidiose sono le Rondinelle, che al 16’ disegnano una interessante triangolazione Spalek-Donnarumma-Bisoli, ma l’azione sfuma. Nonostante la “fame di punti” la formazione di Chiavari, fanalino di coda del torneo cadetto, non riesce a dare concretezza alle sue azioni e così al 19’ sono ancora gli ospiti ad andare al tiro, sempre con capitan Bisoli, ma il punteggio rimane immutato. Dopo una bella deviazione di Russo che neutralizza in angolo una pericolosa sventola di Pajac, al 25’, sul conseguente tiro dalla bandierina, maturano i frutti per la pressione dei biancazzurri. Della battuta del corner si incarica Bjarnason e Ayé, di testa, conferma il suo momento d’oro trafiggendo il portiere ligure con una rete pesantissima. L’Entella non riesce a reagire con la necessaria concretezza e la principale opportunità della parte finale del primo tempo è ancora di marca ospite, con Spalek che al 42’ manda alto da ottima posizione. La ripresa si apre all’insegna del brivido per la squadra del duo Clotet-Gastaldello. Al 4’ un beffardo tiro di Brunori costringe Joronen ad un provvidenziale recupero proprio sulla linea di porta, ma gli straordinari non sono finiti per il portiere finlandese che al 5’ deve neutralizzare un rigore calciato da De Luca e assegnato dall’arbitro per un fallo di Pajac su Chiosa. Scampato il pericolo, le Rondinelle si riportano in avanti con una sventola di Bjarnason che non inquadra lo specchio della porta. L’Entella continua tenacemente ad inseguire il pareggio e ancora Joronen deve darsi da fare per annullare le conclusioni di Koutsoupias e Schenetti. Il Brescia non riesce a chiudere la contesa e al 39’ la generosa insistenza dei liguri viene premiata da Pellizzer che di testa trafigge Joronen per un 1-1 che serve poco ad entrambe le contendenti. Nei restanti minuti, infatti, entrambe cercano il risultato pieno, ma prima Russo si oppone ai tentativi di Donnarumma e Ragusa e poi, in pieno recupero, Mancuso e l’ex Morosini non trovano la rete del sorpasso, sancendo così un pareggio che mantiene l’Entella in coda alla classifica e lascia imprigionato in zona play out il Brescia che in questo modo sciupa una ghiotta occasione per compiere un prezioso passo in avanti.

Virtus Entella-Brescia 1-1 (0-1)

Virtus Entella (4-3-1-2): Russo 6,5; Coppolaro 6 (36’ st Del Col 6), Pellizzer 6,5, Chiosa 6, Costa 6; Koutsoupias 6,5 (36’ st Mancosu 6), Paolucci 6, Brescianini 6 (30’ st Capello 6); Schenetti 6,5 (30’ st Dragomir 6); De Luca 6 (17’ st Morosini 6), Brunori 6. A disposizione: Borra, Bonini, Pavic, Nizzetto, Poli, Cardoselli, Toscano. All: Vincenzo Vivarini 6.
Brescia (4-3-1-2): Joronen 6,5; Karacic 6, Cistana 6 (42’ st Mangraviti sv), Chancellor 6, Pajac 5,5 (13’ st Martella 6); Bisoli 6,5, Van de Looi 6, Bjarnason 6,5 (31’ st Jagiello 6); Spalek 6 (42’ st Skrabb sv); Ayè 6,5 (42’ st Ragusa sv), Donnarumma 6. A disposizione: Kotnik, Papetti, Mateju, Labojko, Fridjonsson. All. Josep Clotet Ruiz (squalificato, in panchina Daniele Gastaldello).
Arbitro: Francesco Fourneau di Roma 6.
Reti: 25’ pt Ayé; 39’ st Pellizzer.
Note: ammoniti: Pellizzer; Ragusa - angoli: 9-3 - recupero: 2’ e 3’ – la gara si è giocata a porte chiuse.