L’Atalanta ipoteca la qualificazione: 1-0 allo Strum nel segno di Djimsiti

Il 30enne difensore albanese ha celebrato al meglio la sua 200esima presenza in nerazzurro. Ora per gli ottavi basta un pari con lo Sporting Lisbona

Djimsiti festeggia il gol vittoria

Djimsiti festeggia il gol vittoria

Bergamo, 9 novembre – L’Atalanta fa il suo dovere e batte al Gewiss Stadium per 1-0 gli ostici austriaci dello Sturm Graz, con una rete al 51’ di Berat Djimsiti (alla sua 200esima presenza ufficiale in nerazzurro) blindando così il primato nel girone D di Europa League.

Successo con minimo scarto, ma la Dea ha sbagliato almeno una manciata di nitide occasioni da gol, che lancia i nerazzurri a quota 10 punti.

Partita con inizio lento, con lo Sturm a pressare e l’Atalanta meno propositiva è più attendista. La prima vera occasione però è nerazzurra: 13’ lancio in profondità di Bakker, sponda di Ederson per Toloi che mette alto da buona posizione. Al 27’ discesa a destra di Lookman che scodella in mezzo, mischia in area e Zappacosta in girata calcia per la presa in tuffo di Scherpen. Alla mezz’ora da punizione di Koopmeiners altra mischia in area con rimpallo sfortunato di Djimsiti.

La fredda pioggia autunnale condiziona le due squadre e rallenta il gioco e si va al riposo con un pareggio giusto anche se l’Atalanta ha avuto le migliori occasioni per sbloccarla. Nella ripresa Dea subito aggressiva e pericolosa dopo un minuto con il rasoterra di Lookman fuori di poco.

Il gol è nell’aria e arriva dopo tre minuti: corner, solita mischia in area con rimpalli da flipper e Berat Djimsiti, alla 200esima presenza ufficiale in maglia nerazzurra, scaraventa in rete da due passi. Avanti di un gol la Dea continua a pressare in cerca del raddoppio: un siluro di Lookman viene murato dalla difesa austriaca al 54’.

Tra il 68’ e il 70’, in due minuti, l’Atalanta costruisce in velocità due palle gol divorate rispettivamente da Muriel e Pasalic, entrambi da poco entrati, mentre al 73’ una bordata da fuori di Koopmeiners esce di un metro.

Finale con la Dea in avanti che non trova il raddoppio per i troppi errori di Pasalic in area ma chiude senza affanni.

Nerazzurri a 10 punti, davanti allo Sporting Lisbona a quota 7, battuto all’andata in Portogallo per 2-1 e atteso a Bergamo tra tre settimane, quando alla Dea basterà un pareggio contro i biancoverdi lusitani per essere certa aritmeticamente con un turno di anticipo del primo posto, che qualifica direttamente agli ottavi di finale.

Il tabellino 

Atalanta 1

Sturm Graz 0

Atalanta (3-4-1-2): Musso 6; Toloi 6,5, Djimsiti 7, Kolasinac 6,5; Zappacosta 6 (46’ Hateboer 6), De Roon 6,5, Ederson 6,5, Bakker 6 (89’ Holm sv); Koopmeiners 6,5 (86’ Miranchuk sv); Lookman 6,5 (61’ Pasalic 5,5), Scamacca 6 (61’ Muriel 6).

All. Gasperini 7

Voto squadra 6,5

Sturm Graz (5-2-1-2): Scherpen 6; Gazibegovic 5,5, Affengruber 5,5 (79’ Fusaini 5,5), Wuthrich 6, Stankovic 5,5, Schnegg 6 (86’ Dante sv); Lavalee 6, Prass 6; Boving 5,5 (59’ Texeira 5,5); Sarkaria 5,5, Wlodarczyk 5,5 (59’ Horvat 5,5).

All. Ilzer 6

Voto squadra 5,5

Arbitro: Brisard (Fra) 6

Continua a leggere tutte le notizie di sport su