Bergamo, 26 agosto 2016 - Nuovo arresto per Loredano Busatta, l'uomo che aveva rivelato presunte confessioni raccolte in carcere a Massimo Bossetti sul caso Yara Gambirasio. Busatta, uscito a luglio dal carcere dove era finito per una serie di rapine, è accusato di cinque nuovi colpi in altrettanti supermercati della provincia di Brescia. Interrogato nella notte davanti al sostituto procuratore Ambrogio Cassiani e assistito dall'avvocato Massimiliano Battagliola, ha ammesso ogni addebito.

Nel luglio 2015, Busatta, 53enne bergamasco, era stato fermato perché accusato di essere il capo di un sodalizio criminale specializzato in raid predatori bei supermercati. Luie due componenti della banda erano già stati arrestati in flagranza a ottobre 2014 mentre stavano per compiere una rapina armati di pistola con il colpo in canna in un supermercato a Gussago. I malviventi stando a quanto riscontrato dagli investigatori colpivano preferibilmente market della catena Lidl perché privi di telecamere di sorveglianza e con pochi addetti alle vendite. Tra il 2011 e il 2014 - con qualche pausa per periodi di detenzione degli interessati - avrebbero rapinato 21 punti vendita collezionando circa 130mila euro.